Discussione:
un ritardo volte è un fortuna
(troppo vecchio per rispondere)
frate indovino
2020-09-11 08:35:50 UTC
Permalink
il dottor Zangrillo curatore di Berlusconi, dice che con la carica
virale che ha Silvio sarebbe morto se avrebbe preso il covid lo scorso marzo
https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/10/zangrillo-a-marzo-berlusconi-sarebbe-morto_da47f91c-3727-4db1-a7f9-397dc6f6112a.html

nel frattenmpo il coronavirus-sars-2 è mutato diventando più infettivo
ma meno letale, io provo a formulare un'ipotesi perchè è successo questo.

Il virus del covid è comparso prima in Cina in una forma altamente
letale perchè provocava la cosidetta tempesta citochinica. La forma del
coronavirus è caraterizzata da piccole antenne che spuntano da un globo,
queste antennine portano un recettore specifico che si attacca alle
cellule da infettare, nelle sua prima forma queste antennine si
spezzavano facilmente e questo riduceva fortemente la possibilità di
contagio del virus, ma allo stesso tempo gli spezzoni di antenne
rilasciati nel sangue provocavano la tempesta citochinica, cioè una
risposta esagerata del sistema immuntario, questo fenomeno avviene un
po' per tutti gli antigeni di piccole dimensioni.
Il virus del covid poi ha subito una mutazione, forse proprio in Italia
a marzo è comparsa una forma del coronavirus più infettiva, perchè ha le
antenne che si attaccano alle cellule molto più resistenti è quindi più
numerose sulle particelle virali, nello stesso tempo la sua letalità è
diminuita perchè non si manifesta più la tempesta citochinica scatenata
dai frammenti del virus.
uniposta
2020-09-11 11:02:03 UTC
Permalink
13:02 ven11set2020
°.
https://fcku.it/it.salute/thread/5530086
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.salute/b4rEUqfxvYc
https://groups.google.com/forum/#!forum/it.salute
_-
- Non ha precisato il motivo, ha solo detto che allora
sarebbe quasi sicuramente morto. - Da più parti è stato
detto che il virus è diventato molto meno aggressivo,
ma pure da più parti è stato riferito che
A) quasi tutti i morti eran soggetti già gravemente compromessi,
e anzi addirittura morivano per altre cause (cancro,
infarto, eccetera) ma risultavano pure positivi al
cv e quindi venivan classificati come morti covid, e
B) avevano sbagliato le cure, sapendo solo in seguito
che la principale causa di morte era la microtrombosi,
che veniva peggiorata dall'ossigenazione forzata
-_
frate indovino
2020-09-11 11:32:00 UTC
Permalink
 13:02 ven11set2020
 °.
https://fcku.it/it.salute/thread/5530086
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.salute/b4rEUqfxvYc
https://groups.google.com/forum/#!forum/it.salute
 _-
 - Non ha precisato il motivo, ha solo detto che allora
 sarebbe quasi sicuramente morto. - Da più parti è stato
 detto che il virus è diventato molto meno aggressivo,
 ma pure da più parti è stato riferito che
 A) quasi tutti i morti eran soggetti già gravemente compromessi,
 e anzi addirittura morivano per altre cause (cancro,
 infarto, eccetera) ma risultavano pure positivi al
 cv e quindi venivan classificati come morti covid, e
 B) avevano sbagliato le cure, sapendo solo in seguito
 che la principale causa di morte era la microtrombosi,
 che veniva peggiorata dall'ossigenazione forzata
 -_
non può specificare il motivo in quanto Zangrillo non è un virologo ne
lavora a qualche studio di laboratorio sul virus covid, può solo
riferire le sue osservazioni da medico che ha seguito personalmente
molti casi di covid negli ultimi mesi.

Il quanto al virus covid è stata identificata la comparsa negli ultimi
mesi di almeno una mutazione che lo rende più resistente nei suoi viaggi
da particella virale nell'ambiente esterno o nell'organismo.

l'ipotesi della attuale minore aggressività del coronavirus può essere
spiegata in molti modi.
La mia ipotesi è sui frammenti virali che scatenano la tempesta
citochinica.
Ma potrebbe essere anche che la scorsa stagione invernale ha visto il
sovrapporsi di varie infezioni respiratorie, e ad esempio quelli morti
di covid potrebbero aver avuto i polmoni già danneggiati da una
precedente influenza.
Potrebbe essere semplicemente una questione di numeri: se il coronavirus
non ha mutalo la sua letalità ci sono lo 0,5% di morti sui contagiati
reali, poi dipende dal numero dei contagiati individuati, negli scorsi
mesi non si individuava praticamente nessun positivo a parte i pochi
malati a cui era fatto il tampone per cui c'era una letalità apparente
sul 10%, ora che si fanno migliaia di tamponi ogni giorno e
d'individuano migliaia di casi asintomatici e supponendo che siano solo
il 10% dei contagi reali, si ha ad esempio nei giorni scorsi una media
di individuati 1200 positivi al giorno che rappresentano solo il 10% dei
casi reali, per cui di questi moriranno tra 2 settimane il 5% al giorno
cioè circa 60 morti li vedremo nelle cronache quotidiane.
uniposta
2020-09-11 11:48:02 UTC
Permalink
13:48 ven11set2020
°.
https://fcku.it/it.salute/thread/5530086#5530381
https://fcku.it/it.salute/thread/5530086
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.salute/b4rEUqfxvYc
https://groups.google.com/forum/#!forum/it.salute
_-
Post by frate indovino
non può specificare il motivo in quanto Zangrillo non è un virologo
ne lavora a qualche studio di laboratorio sul virus covid, può solo
^^
* Cose del genere, può precisarle eccome.
..E d'altra parte: se perfino un troll si mette a parlare
di quelle cose lì, perché non potrebbe farlo Zangrillo?...
- Vado, che ho altro da fare
-_

Loading...