Discussione:
La Pena di Morte diventa un problema... per i carnefici !
(troppo vecchio per rispondere)
LUOGOCOMUNE.NET
2017-04-20 17:27:35 UTC
Permalink
Raw Message
A partire dal prossimo lunedì, lo stato dell'Arkansas metterà a morte 7
prigionieri nell'arco di soli 11 giorni. Questo avviene dopo 12 anni in
cui nessun uomo è stato messo a morte in Arkansas.

Il motivo? I farmaci letali usati per le esecuzioni stanno per scadere,
e non è possibile ordinarne altri, perchè nel frattempo le case
farmaceutiche hanno smesso di produrli (non vogliono più che il loro
nome "pulito" venga associato alla pena di morte).

Quindi bisogna farli fuori subito, e ammazzare tutte questa gente prima
che i farmaci scadano.

Ma il festival dell'assurdo non finisce qui. Ora che si profilano così
tante esecuzioni in pochi giorni, sono i carnefici a protestare, ovvero
quelli che dovrebbero fare le iniezioni letali ai condannati. Dicono che
così tante esecuzioni in poco tempo sono uno stress troppo grande per loro.

Dal CSM :
http://www.csmonitor.com/USA/Justice/2017/0414/Amid-Arkansas-death-penalty-debate-concern-for-the-executioners

leggiamo: "Questa settimana, 23 ex-guardie penitenziarie hanno chiesto
al governatore dell'Arkansas di ripensarci, dicendo che prendere parte a
tutte queste esecuzioni può avere delle ripercussioni molto severe sul
benessere mentale dei secondini".

Il governatore però ha risposto che "le nostre guardie penitenziarie non
vogliono che si dica di loro che non sono all'altezza della situazione,
per cui sono certo che si guarderanno in faccia, tireranno un respiro
profondo, e decideranno che sono in grado di farlo".

Ma di certo pesano sulla coscienza casi come quello della esecuzione
"andata male" di Dennis McGuire, nel 2014. L'uomo ci mise oltre due ore
a morire, dopo l'iniezione letale, mentre soffriva terribilmente sotto
gli occhi impotenti dei testimoni e dei suoi stessi carnefici.

Naturalmente, basterebbe commutare tutte queste pene di morte in
ergastoli a vita, per risolvere il problema alla radice. Ma non
dimentichiamo che siamo nell'Arkansas, cuore profondo del Bible Belt,
dove la Bibbia regna sovrana, e dove viene spesso citato - a
giustificazione della pena di morte - il famoso versetto di Matteo
22:22, che recita "date a Cesare quel che è di Cesare". Ovvero, la legge
va rispettata fino in fondo.

Cari secondini, rassegnatevi: se lo dice la Bibbia, che possiamo
uccidere serenamente un altro uomo, è sicuramente giusto così.


Massimo Mazzucco
--
www.luogocomune.net
Lo Staff
John Doez
2017-04-20 18:05:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by LUOGOCOMUNE.NET
A partire dal prossimo lunedì, lo stato dell'Arkansas metterà a morte 7
prigionieri nell'arco di soli 11 giorni. Questo avviene dopo 12 anni in
cui nessun uomo è stato messo a morte in Arkansas.
Il motivo? I farmaci letali usati per le esecuzioni stanno per scadere,
e non è possibile ordinarne altri, perchè nel frattempo le case
farmaceutiche hanno smesso di produrli (non vogliono più che il loro
nome "pulito" venga associato alla pena di morte).
Una bella iniezione di bicarbonato risolve tutto.
Archaeopteryx
2017-04-20 19:15:37 UTC
Permalink
Raw Message
On Thu, 20 Apr 2017 19:27:35 +0200, LUOGOCOMUNE.NET
Post by LUOGOCOMUNE.NET
A partire dal prossimo lunedì, lo stato dell'Arkansas
metterà a morte 7 prigionieri nell'arco di soli 11
giorni. Questo avviene dopo 12 anni in cui nessun
uomo è stato messo a morte in Arkansas.
Il motivo? I farmaci letali usati per le esecuzioni
stanno per scadere, e non è possibile ordinarne
altri, perchè nel frattempo le case farmaceutiche
hanno smesso di produrli (non vogliono più che il
loro nome "pulito" venga associato alla pena di
morte).
Una bella iniezione di bicarbonato risolve tutto.
LOL hai vinto tutto :) fantastica!
Nagatomo
2017-04-20 18:36:42 UTC
Permalink
Raw Message
<"LUOGOCOMUNE.NET" ha scritto nel messaggio news:odar23$1c3b$***@gioia.aioe.org...
<Quindi bisogna farli fuori subito, e ammazzare tutte questa gente prima
<che i farmaci scadano.

ma mandali in svizzera!
Su 1500 eutanasie,ne hanno ammazzati 1500 al primo colpo!
Ma come è possibile che in USA:

è scaduto il veleno;
è andato fuori vena il veleno;
la sedia elettrica è difettosa e non ha ucciso;
l'impiccagione è vietata;
la pistola è incivile;

Ma vai in svizzera cristo!

PS:lo so che in svizzera il soggetto collabora e beve il beverone,ma il 50%
dei condannati a morte è d'accordo sulla condanna a morte , e lo berrebbe,
comincia a far fuori quelli!
inoltre il beverone (pari a 90 cpr di barbiturico, la dose letale sarebbe 30
cpr , ma si tengono larghi) lo puoi iniettare, costa pochi euro in svizzera.
qu
2017-04-21 22:37:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nagatomo
<Quindi bisogna farli fuori subito, e ammazzare tutte questa gente
prima <che i farmaci scadano.
ma mandali in svizzera!
Su 1500 eutanasie,ne hanno ammazzati 1500 al primo colpo!
è scaduto il veleno;
è andato fuori vena il veleno;
la sedia elettrica è difettosa e non ha ucciso;
l'impiccagione è vietata;
la pistola è incivile;
Ma vai in svizzera cristo!
PS:lo so che in svizzera il soggetto collabora e beve il beverone,ma
il 50% dei condannati a morte è d'accordo sulla condanna a morte , e
lo berrebbe, comincia a far fuori quelli!
inoltre il beverone (pari a 90 cpr di barbiturico, la dose letale
sarebbe 30 cpr , ma si tengono larghi) lo puoi iniettare, costa pochi
euro in svizzera.
come scherzo non fa ridere.
Lessi anni fa che questa bella idea, bella per modo di dire, fu respinta
negli USA perchè "lenta".

Ossia, quelle merde avevano il problema dello stress post traumatico dei
tizi che devono gurdarla.
--
qu
qu[levami]@x-planet.org (elimina [levami] per scrivermi)
''se la gente che inculatasi reciprocamente formasse un anello, la Terra
sarebbe Saturno"
Un consiglio per il quote:

Grullofobo
2017-04-24 00:55:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nagatomo
è scaduto il veleno;
è andato fuori vena il veleno;
la sedia elettrica è difettosa e non ha ucciso;
l'impiccagione è vietata;
la pistola è incivile;
Pistola? Un colpo di bazooka in testa, spappolando e vaporizzando il
cervello in una frazione di secondo dovrebbe uccidere il condannato
senza farlo soffrire, giusto? Ma si può fare solo in Corea del Nord
perché dopo ai familiari verrebbe restituita una salma senza testa.
Post by Nagatomo
PS:lo so che in svizzera il soggetto collabora e beve il beverone,ma il
50% dei condannati a morte è d'accordo sulla condanna a morte , e lo
berrebbe, comincia a far fuori quelli!
inoltre il beverone (pari a 90 cpr di barbiturico, la dose letale
sarebbe 30 cpr , ma si tengono larghi) lo puoi iniettare, costa pochi
euro in svizzera.
Mmmm... visto che hai sollevato l'argomento, ci sarebbe quell'oppioide
con cui si fa perdere all'istante la coscienza agli elefanti, impiegato
da solo o seguito da quel gas nervino ormai abbastanza famoso. Perché
nessuno dei capoccia arkansiani ci ha pensato? Anche questa è una prova
dell'inconsistenza pratica delle dicotomie logiche alla Leonardo Serni.
Leonardo Serni
2017-04-25 18:40:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Grullofobo
Post by Nagatomo
PS:lo so che in svizzera il soggetto collabora e beve il beverone,ma il
50% dei condannati a morte è d'accordo sulla condanna a morte , e lo
berrebbe, comincia a far fuori quelli!
inoltre il beverone (pari a 90 cpr di barbiturico, la dose letale
sarebbe 30 cpr , ma si tengono larghi) lo puoi iniettare, costa pochi
euro in svizzera.
Mmmm... visto che hai sollevato l'argomento, ci sarebbe quell'oppioide
con cui si fa perdere all'istante la coscienza agli elefanti, impiegato
da solo o seguito da quel gas nervino ormai abbastanza famoso. Perché
nessuno dei capoccia arkansiani ci ha pensato? Anche questa è una prova
dell'inconsistenza pratica delle dicotomie logiche alla Leonardo Serni.
Peccato però che:

- quell'oppioide (il fentanyl) non solo SIA appunto usato in questi casi
ma non sempre funzioni, né tantomeno all'istante. Gli è che di come si
sentono gli elefanti importa relativamente; se un ago si spezza gli si
spara un altro colpo e nessuno lo scrive sui giornali.

- il 'gas nervino', a parte gli ovvi problemi per la produzione, non sia
apprezzato né per la rapidità né per la "dolcezza" della morte che dà,
ma per la *sicurezza* con cui la dà. Ma a quel punto, se valutiamo per
prima la certezza del risultato, il condannato conviene dissanguarlo a
mo' di Petronio Arbitro.

Di sistemi per dare la morte in fretta e/o dolcemente ce ne sono a iosa -
basta leggersi una annata di giornali, e la prima idea che verrà in mente
sarà la "morte rosa", pompare monossido di carbonio nella cella una notte
che il condannato dorme il sonno del giusto.

Ma poi uno pretende anche che sia una cosa "umana": e come spesso accade,
il tentativo crea il proprio opposto. L'"inconsistenza pratica" nasce lì,
non certo dalle dicotomie logiche.

Io, poi, sono notoriamente contrario alla pena di morte per banali motivi
di sicurezza: non solo viene condannata solo una frazione dei colpevoli -
perché i giurati vogliono essere "molto sicuri" di non mandare al buco un
innocente - ma anche così c'è il rischio di commettere errori, e - mentre
si può *PROVARE* a indennizzare uno finito dentro per sbaglio - risarcire
uno dopo che è stato ammazzato è un'operazione difficilina.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Grullofobo
2017-04-25 19:32:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
- quell'oppioide (il fentanyl)
Per la precisione, non parlavo del fentanyl, ma del carfentanil:

https://en.wikipedia.org/wiki/Carfentanil

Carfentanil or carfentanyl (also known as 4-carbomethoxyfentanyl) is an
analog of the synthetic opioid analgesic fentanyl. It is 10,000 times
more potent than morphine, making it among the most potent commercially
used opioids.[1] Carfentanil was first synthesized in 1974 by a team of
chemists at Janssen Pharmaceutica which included Paul Janssen.[2] It is
marketed under the trade name Wildnil as a general anaesthetic agent for
large animals, such as elephants.[3]

Side effects of carfentanil are similar to those of fentanyl, including
itching, nausea and respiratory depression, which can be
life-threatening. The post-2000 surge in illicit sale and use of
fentanyl analogues in Eastern Europe included seizures of carfentanil in
Lithuania and Latvia.[4] As of around 2016, carfentanil and other highly
potent derivatives of fentanyl started appearing in heroin and were
connected to hundreds of overdoses and several deaths in the United
States.[5] The extreme toxicity of carfentanil in humans and its ready
commercial availability has aroused concerns over its potential use as a
weapon of mass destruction by rogue nations and terrorist groups.[6]

Carfentanil is classified as Schedule II under the Controlled Substances
Act in the United States with a DEA ACSCN of 9743 and a 2016 annual
aggregate manufacturing quota of 19 grams.[7]

Potential as a chemical weapon

The toxicity of carfentanil has been compared to that of nerve gas,
according to the Associated Press' article "Chemical weapon for sale:
China's unregulated narcotic". The article quoted Andrew C. Weber,
Assistant US Secretary of Defense for Nuclear, Chemical and Biological
Defense Programs from 2009 to 2014, as saying "It's a weapon. Companies
shouldn't be just sending it to anybody." Mr. Weber added "Countries
that we are concerned about were interested in using it for offensive
purposes... We are also concerned that groups like ISIS could order it
commercially." Mr. Weber described various ways carfentanil could be
used as a weapon, such as knocking troops out and taking them hostage or
killing civilians in closed spaces such as train stations.[6]
Post by Leonardo Serni
- il 'gas nervino', a parte gli ovvi problemi per la produzione, non sia
apprezzato né per la rapidità né per la "dolcezza" della morte che dà,
ma per la *sicurezza* con cui la dà.
Beh, se uno ha perso coscienza con il carfentanil (di suo già quasi
tossico quanto un gas nervino), mica si accorge di cos'altro gli
succede. Puoi anche somministrargli cianuro invece del nervino.
Post by Leonardo Serni
Ma a quel punto, se valutiamo per
prima la certezza del risultato, il condannato conviene dissanguarlo a
mo' di Petronio Arbitro.
Mettiamogli la testa sotto una pressa idraulica che gli spappoli il
cervello in una frazione di secondo: non farà in tempo a soffrire.
Poi però c'è il solito problema che i familiari protestano.
Post by Leonardo Serni
Di sistemi per dare la morte in fretta e/o dolcemente ce ne sono a iosa -
basta leggersi una annata di giornali, e la prima idea che verrà in mente
sarà la "morte rosa", pompare monossido di carbonio nella cella una notte
che il condannato dorme il sonno del giusto.
Ma se prima non gli dai un barbiturico e/o un oppioide, può venirgli un
forte mal di testa e può cercare di alzarsi per aprire la finestra.
Post by Leonardo Serni
Io, poi, sono notoriamente contrario alla pena di morte per banali motivi
di sicurezza: non solo viene condannata solo una frazione dei colpevoli -
perché i giurati vogliono essere "molto sicuri" di non mandare al buco un
innocente - ma anche così c'è il rischio di commettere errori, e - mentre
si può *PROVARE* a indennizzare uno finito dentro per sbaglio - risarcire
uno dopo che è stato ammazzato è un'operazione difficilina.
Questo è un altro discorso e ne solleva un altro ancora. Se si crede di
dover per forza condannare a morte qualcuno per l'atrocità del crimine
commesso, che senso ha non farlo soffrire anziché infliggergli la stessa
sofferenza che ha inflitto alle sue vittime? Se uno ha torturato a morte
uccidendo lentamente e con immani sofferenze, cercare di evitargli la
sofferenza al momento dell'esecuzione non ha alcun senso logico.
Così come non ha senso ammazzarlo davanti ai familiari, suoi o della
vittima: prima lo ammazzino e poi ne espongano/restituiscano la salma
(se non erro, è così che facevano in Unione Sovietica).
Leonardo Serni
2017-04-25 20:05:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Grullofobo
Post by Leonardo Serni
Ma a quel punto, se valutiamo per
prima la certezza del risultato, il condannato conviene dissanguarlo a
mo' di Petronio Arbitro.
Mettiamogli la testa sotto una pressa idraulica che gli spappoli il
cervello in una frazione di secondo: non farà in tempo a soffrire.
Sì, oppure il cappello esplosivo, o il proiettile captivo (che è usato come
"metodo umano" nei macelli). Le possibilità sono quasi illimitate.
Post by Grullofobo
Post by Leonardo Serni
Di sistemi per dare la morte in fretta e/o dolcemente ce ne sono a iosa -
basta leggersi una annata di giornali, e la prima idea che verrà in mente
sarà la "morte rosa", pompare monossido di carbonio nella cella una notte
che il condannato dorme il sonno del giusto.
Ma se prima non gli dai un barbiturico e/o un oppioide, può venirgli un
forte mal di testa e può cercare di alzarsi per aprire la finestra.
No... se la concentrazione del gas è mantenuta abbastanza elevata i sintomi
neurologici (sostanzialmente, coma) insorgono molto prima del ritorno della
coscienza, e le vittime non mostrano segni di essersi svegliate. Emicrania,
ecc., sopravvengono a concentrazioni più basse.
Post by Grullofobo
Questo è un altro discorso e ne solleva un altro ancora. Se si crede di
dover per forza condannare a morte qualcuno per l'atrocità del crimine
commesso, che senso ha non farlo soffrire
Questo è vero; ma io non lo farei soffrire perché ci terrei a essere un po'
meglio di lui. Non almeno se la sofferenza deve essere fine a se stessa. Il
farlo patire per farlo patire, non ha senso; se però l'esecuzione non è una
visione raccomandabile agli under 14, chi se ne frega.
Post by Grullofobo
Così come non ha senso ammazzarlo davanti ai familiari, suoi o della
vittima
Concordo in pieno.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Loading...