Discussione:
Ricorsi Proposti dalla regione Veneto contro i vaccini obbligatori, oggi alla Consulta.
(troppo vecchio per rispondere)
LoStaff .
2017-11-21 13:25:50 UTC
Permalink
Raw Message
La “contesa” arriva alla Consulta, in particolare, attraverso un ricorso del
Veneto. La Regione guidata da Luca Zaia è l’ unica ad aver impugnato la legge
sull’ obbligo vaccinale.

Ma la questione è fortemente sentita sulla scia delle campagne condotte dai
No-Vax. La decisione della Corte è quindi molto attesa, anche se a tracciare un
solco ben preciso ci già ha pensato il Consiglio di Stato, con un parere messo
nero su bianco a fine settembre, che indica come la copertura vaccinale «è
sicuramente interesse primario della collettività». E sottolineando che «la sua
obbligatorietà può essere imposta ai cittadini dalla legge, con sanzioni
proporzionate e forme di coazione indiretta».

Due i ricorsi in cui si lamenta una lesione del diritto individuale alla salute.
La Regione Veneto, infatti, ha impugnato sia il decreto legge 73/2017 sia la
norma di conversione in vigore dal 6 agosto. Disposizioni che introducono quale
condizione per l’ iscrizione scolastica tra zero e 16 anni, l’ obbligo di
vaccino, gratuito, per antipolio, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B,
anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo B, anti-meningococcica B,
anti-meningococcica C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e
anti-varicella. Più in dettaglio, per asili nido e materne il rispetto del
calendario vaccinale in vigore nell’ anno di nascita del bambino diventa
necessario per l’ ammissione; per le scuole dell’ obbligo il mancato rispetto
della norma fa scattare un «richiamo» e colloqui con le famiglie, col rischio di
multe fino a 500 euro.

Ad esporre la causa come relatrice in udienza pubblica sarà la giudice
costituzionale Marta Cartabia.

La presidenza del Consiglio sarà rappresentata in giudizio dagli avvocati dello
Stato, Leonello Mariani ed Enrico De Giovanni, che ovviamente si esprimeranno a
favore della legge. La Regione vedrà in campo i legali Ezio Zanon, Luca Antonini
e Luigi Manzi;

al fianco del Veneto hanno chiesto di intervenire l’ Associazione malati
emotrasfusi e vaccinati; il Codacons; Articolo 32 e l’ Associazione italiana per
i diritti del malato.

Sull’ esito la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, si è sempre detta
«serena». E nelle ultime ore un richiamo a «non abbassare la guardia» è arrivato
dalla sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi. (altra
sua compagna di merende).*

*che pensi invece a restituire i soldi rubati ai correntisti italiani da suo
padre e col suo contributo.
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Yersinia
2017-11-23 03:36:13 UTC
Permalink
Raw Message
La “contesa” arriva alla Consulta, in particolare, attraverso un
ricorso del Veneto. La Regione guidata da Luca Zaia è l’ unica ad
aver impugnato la legge sull’ obbligo vaccinale.
Per fortuna in Veneto i cretini no-vax sono una sparuta minoranza
nonostante Zaia. La regione gode delle percentuali di vaccinazione
tra le più alte d'Italia. Lo sputtanamento di Zaia ad opera della
consulta non può che far gioire la maggioranza.

Già che ci siamo, ricordiamo sempre i morti ammazzati da Simoncini.
http://medbunker.blogspot.com/p/la-cura-simoncini-non-cura-nessuno.html
-- LO Staff - www.curenaturalicancro.com
Sito truffa
Sbagliato. @exdoctor.com

Loading...