Discussione:
Vaccini e bufale, un Vademecum contro la disinformazione.
(troppo vecchio per rispondere)
LoStaff .
2017-02-11 17:51:41 UTC
Permalink
Raw Message
Domande a cui non viene data una risposta da chi dovrebbe chiarire questi
dubbi; da quegli organi e camici che NON effettuano il CONSENSO
INFORMATO(ricordiamo che è reato PENALE).
Riguardo il PIANO VACCINALE 2017-2019 riguardante l’ACCORDO TRA STATO E REGIONI
IN FAVORE DELLE CASE FARMACEUTICHE, ricordiamo allo stesso Ministero della
Salute che:

1 NON ESISTONO i vaccini SINGOLI e questo già fa cadere quella che a nostro
avviso è una obbligatorietà solo sulla carta, per non parlare del danno erariale
di ben 114 MILIONI DI EURO che ogni anno noi cittadini e noi contribuenti,
paghiamo al Servizio Sanitario Nazionale di tasca nostra.

2 Chiediamo a gran voce da tempo un dibattito scientifico con presenza di
TUTTA LA COMUNITA’ SCIENTIFICA (diamo voce agli esperti, tutti).

Tutto questo per COMBATTERE questo favoritismo verso le CASE FARMACEUTICHE E per
ricordare che l’operato del nostro governo rappresenta una vera e propria
VIOLAZIONE DEI DIRITTI DELL’UOMO (Ricordiamo la CONVENZIONE DI OVIEDO).

Le malattie infettive stavano scomparendo già prima dell’introduzione dei
vaccini?
I vaccini sono inutili,le malattie sono state debellate dai miglioramenti della
qualità della vita?
I miglioramenti della qualità della vita hanno influito positivamente nella
sanità pubblica, nonostante ad oggi,ci siano troppi agenti patogeni esterni
inquinanti ed estremamente tossici .
Quando guardiamo i dati effettivi, vediamo altro. Per lo stesso OMS la più
grande scoperta della medicina è stata l’acqua corrente , per cui, soprattutto
parlando di forme virali, si potrebbe affermare a maggior ragione che è stata
l’acqua corrente ad eliminare tali forme virali (e sicuramente si andrebbe
maggiormente vicini alla verità storico-scientifica).
La disponibilità di acqua potabile, una sufficiente alimentazione, l’uso di
fognature e di abitazioni adeguate ecc. ecc. sono le reali condizioni che hanno
di fatto “debellato” la maggioranza delle malattie infettive.
Le vaccinazioni hanno sicuramente avuto un ruolo, come ad esempio gli
antibiotici (non per questo avrebbe senso l’obbligo di utilizzo di questi ultimi
per “prevenire” tonsilliti ed influenze).
Oggi, anche quando alcune di esse si manifestano o si dovessero manifestare, la
capacità di un immediato isolamento, le terapie sempre aggiornate e una
eventuale immunizzazione del gruppo di contatto possono essere giudicate
sufficienti ad affrontarle”.

Non dimentichiamo l’introduzione di farmaci come la penicillina e soprattutto
ricordiamo che non si può parlare di malattie “DEBELLATE”.
La stessa DIFTERITE non è scomparsa in quanto per sua natura non può . Può al
contrario essere in stato latente in quanto le condizioni igienico-sanitarie ed
alimentari non le consentono di divenire aggressiva. Gravissime forme virali
come la peste e la spagnola sono state debellate senza l’ausilio di vaccini.
Parlare dei benefici è un conto, renderli motivo di miglioramento in assoluto è
un altro,ed è FALSO.
I VACCINI CONTENGONO INGREDIENTI E ADDITIVI PERICOLOSI?
Vero
I vaccini contengono ingredienti (attivi e non) presi tutti in considerazione
dallo stesso FDA prima della loro approvazione.
Ad ogni modo nei vaccini sono presenti:

idrossido di alluminio, fosfato di alluminio, allume (solfato di alluminio
di potassio), o sali di alluminio misti.
Per esempio: sali di alluminio sono utilizzati nei vaccini DTaP, il vaccino
pneumococcico coniugato, e vaccini per l’epatite B.
Cervarix, un vaccino per prevenire il cancro del collo dell’utero causato da
diversi tipi di papillomavirus umano (16 e 18), comprende AS04nella sua
formulazione.

L’AS04 è una combinazione di idrossido di alluminio e monofosforil lipide A
(MPL).
L’MPL è una sostanza simile al grasso purificato.

Inoltre, il vaccino per la prevenzione dell’ H5N1,comunemente indicata come
“influenza aviaria,” contiene l’adiuvante AS03, una emulsione “olio-in-acqua”.
L’adiuvante AS03 è costituito dai composti oleosi, D, L-alfa-tocoferolo
(vitamina E), squalene, e il polisorbato 80, il quale serve a mantenere insieme
tutti gli elementi , impedendo loro di separarsi; poi troviamo acqua contenente
piccole quantità i sali .
Alcuni antibiotici possono essere utilizzati in determinate produzioni per
“prevenire la contaminazione batterica durante la produzione“.

Il risultato? Piccole quantità di antibiotici possono essere presenti in alcuni
vaccini.

Ricordiamo come alcuni antibiotici possano causare gravi reazioni allergiche in
molti bambini allergici a loro volta (orticaria, gonfiore nella parte posteriore
della gola, e la pressione sanguigna bassa); i genitori sono preoccupati perciò
della dannosità di tali antibiotici presenti.
Tuttavia,dichiarano che gli antibiotici più suscettibili, causa delle gravi
reazioni allergiche (ad esempio, penicilline, cefalosporine e sulfamidici) non
sono usati nella produzione di vaccini, e quindi non sono contenuti nei vaccini.
Esempi di antibiotici utilizzati durante la fabbricazione di vaccini includono
neomicina, polimixina B, streptomicina e gentamicina. Alcuni antibiotici
utilizzati nella produzione di vaccini sono presenti in quantità molto piccole.
Un esempio? I vaccini dell’influenza con virus “inattivato”.
Essi sono utilizzati per ridurre la crescita batterica nelle uova, durante le
fasi di lavorazione, perché queste, non sono prodotti sterili. Gli antibiotici
che vengono utilizzati a dosi molto piccole,non sono stati chiaramente associati
a gravi reazioni allergiche.

***E’ BENE RICORDARE SEMPRE AI DOTTORI DI FARE CONSENSO INFORMATO E DI CHIEDERE
EVENTUALI PREDISPOSIZIONI IN FAMIGLIA. NOI SIAMO IL NOSTRO CORREDO GENETICO.
A CONTRASTARE QUESTE DICHIARAZIONI LEGGIAMO DI SEGUITO L’INEFFICACIA E L’ALLARME
PER LE INFEZIONI***

La Formaldeide ha una lunga storia dell’ uso sicuro nella fabbricazione di
alcuni vaccini virali e batterici. Viene utilizzata per inattivare virus in modo
che essi non causino la malattia (ad esempio, per virus della polio, usato per
comporre il vaccino) e decontaminare tossine batteriche, come la tossina usata
per il vaccino contro la difterite.

La formaldeide è diluita durante il processo di fabbricazione, ma i quantitativi
residui di formaldeide possono essere trovati in alcuni vaccini attuali.
Ricordiamo la pubblicazione nella G.U. dell’Unione Europea (6 giugno 2014)
secondo la quale la Formaldeide dal 1 aprile 2015 viene considerata: cancerogena
1/B (Regolamento U.E. n.605/2014 del 5 giugno 2014).
In pratica, ove la formaldeide sia presente e ci siano lavoratori esposti,
bisognerà procedere a rivedere il Documento di Valutazione di Rischio secondo le
indicazioni del Titolo IX del D.Lvo 81/08 (protezione da agenti cancerogeni e
mutageni) e dare corso a tutti gli obblighi previsti (sistemi chiusi,
eliminazione o riduzione del rischio, registro esposti, sorveglianza sanitaria
…), tutto entro il primo aprile.

Zuccheri,aminoacidi e proteine, aggiunte come stabilizzanti. Essi consentono
di “proteggere” il vaccino da condizioni avverse come il processo di
liofilizzazione. Gli Stabilizzatori aggiunti ai vaccini comprendono: zuccheri
come saccarosio e lattosio, amminoacidi come glicina o il sale monosodico
dell’acido glutammico e proteine ??come l’albumina sierica umana o la gelatina.

***SAREBBE INTERESSANTE INDAGARE SULLE EVENTUALI PREDISPOSIZIONI E INTOLLERANZE
A SOSTANZE COME IL LATTOSIO***

SIERO FETALE DI BOVINI. Nella produzione divaccini virali, il virus può
essere coltivato in cellule. Queste cellule hanno bisogno di una fonte di
alimentazione, che in alcuni casi può essere fornita dal siero bovino fetale.

L’organo FDA è blando nel riportare queste affermazioni in realtà contrastanti
con l’altra parte della comunità scientifica.

Alluminio, il quale è la neurotossina più utilizzata come adiuvante nei
vaccini. Nonostante quasi 90 anni di uso diffuso,la scienza è ancora allo scuro
sul meccanismo d’azione della medesima. Ricerche sperimentali, tuttavia,
mostrano chiaramente che i coadiuvanti d’alluminio possono indurre a gravi
malattie immunologiche. L’alluminio è un rischio per l’autoimmunità e le
complicanze neurologiche associate e può quindi avere conseguenze per la salute
negative (profonde e diffuse).
THIMEROSAL, un composto a base di organico di mercurio (Hg), utilizzato
comeconservante in alcuni vaccini per l’infanzia. Il Thimerosal è brevettato e
sarebbe stato utilizzato nei vaccini a partire dal 1931.

http://www.vacciniinforma.it/wp-admin/post.php?post=1037&action=edit
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
=Catrame=
2017-02-11 20:04:23 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 11/02/2017 , su it.salute - it.salute , l'utente *LoStaff .* (
Post by LoStaff .
Domande a cui non viene data una risposta da chi dovrebbe chiarire questi
dubbi; da quegli organi e camici che NON effettuano il CONSENSO
INFORMATO(ricordiamo che è reato PENALE).
Riguardo il PIANO VACCINALE 2017-2019 riguardante l’ACCORDO TRA STATO E
REGIONI IN FAVORE DELLE CASE FARMACEUTICHE, ricordiamo allo stesso Ministero
1 NON ESISTONO i vaccini SINGOLI e
SBRUOTFL!!!
un esempio tra 1000 : febbre gialla
un altro : il colera
ancora : l'epatite B
coglione

ma tu che cazzo ne sai, non sei mai uscito dal tuo paesello di pecorari
Post by LoStaff .
2 Chiediamo a gran voce da tempo un dibattito scientifico con presenza di
TUTTA LA COMUNITA’ SCIENTIFICA (diamo voce agli esperti, tutti).
la comunitá scientifica non si riunisce con chi come voi ciarlatani di
scienza non si occupa
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
Loading...