Discussione:
In principio si pensava che fosse colpa dell’uranio impoverito, ma poi si è scoperto che i vaccini...
(troppo vecchio per rispondere)
LoStaff .
2017-11-30 19:57:12 UTC
Permalink
Raw Message
Ricordate lo spaventoso aumento di tumori e gravi malattie varie nei militari, a
partire dalla guerra in Kosovo?

Una tragedia che prosegue e che ha portato negli anni alla creazione di varie
commissioni d'inchiesta parlamentari. Nel frattempo sono stati effettuati vari
studi sulle possibili cause di tali malattie.

L'ultima commissione, la quarta, ha pubblicato le proprie conclusioni e
raccomandazioni lo scorso luglio, proprio negli stessi giorni in cui la ministra
Lorenzin imponeva 10 vaccinazioni obbligatorie ai bambini. Forse, prima di
farlo, avrebbe dovuto controllare le conclusioni della commissione d'inchiesta.
Anzi: sicuramente avrebbe dovuto farlo.

Quanto emerso da anni di studi sulle problematiche dei militari, infatti, indica
che la quantità e le modalità di somministrazione dei vaccini parrebbero essere
un fattore decisamente influente sul potenziale sviluppo di molte patologie
gravi. Tant'è che la commissione raccomanda di limitare le vaccinazioni a 5 o
meno, ma non solo, raccomanda fortemente test prevaccinali e post vaccinali e,
udite udite, la somministrazione tramite vaccini monovalenti.

Tutto ciò nell'ottica della riduzione dei rischi per i nostri militari. Di fatto
la commissione parlamentare d'inchiesta suggerisce gran parte delle cose
sostenute dai free vax. Come mai le stesse misure di prevenzione dei rischi
devono essere raccomandate per i militari, ma non per i bambini?

Per comprendere meglio la questione riportiamo l'articolo di Alberto Scarpitta
tratto da Analisi Difesa al quale abbiamo aggiunto i link allo studio SIGNUM,
allo studio del Prof. Nobile sui militari della Folgore ed alla relazione della
Commissione d'inchiesta. Buona lettura.
http://www.analisidifesa.it/2017/09/in-principio-era-luranio-impoveritopoi-i-vaccini/

L'attenzione sui vaccini

L'uranio impoverito, il grande accusato dei Balcani, cessava di essere il
principale responsabile delle malattie sviluppate tra tanti soldati italiani e
di un numero tristemente crescente di decessi.

Il Comitato Scientifico di Signum si concentrava invece sui vaccini, osservando
una chiara correlazione tra le alterazioni ossidative del DNA ed il numero di
vaccinazioni effettuate a partire dal 2003.

La differenza più eclatante si registrava infatti tra i 742 soggetti che avevano
ricevuto un massimo di quattro vaccinazioni e quanti, un centinaio, ne avevano
praticato un numero superiore, fino ad otto e somministrate talvolta anche in
rapida successione. Per questi ultimi il differenziale di alterazioni ossidative
era significativamente più elevato.

In particolare risultava sotto accusa il vaccino trivalente vivo attenuato Mrp
(morbillo parotite rosolia) suscettibile di compromettere le cellule del nostro
sistema immunitario incaricate di aggredire ed eliminare gli agenti patogeni
esterni.

Profilassi massicce, stress psico-fisico e forte irraggiamento solare venivano
pertanto individuati quali probabili concause di linfomi e neoplasie.

Sulla base di queste conclusioni, per certi versi inaspettate e spiazzanti, si
costituì con delibera del Senato del 16 marzo 2010 una nuova Commissione
Parlamentare di Inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che avevano
colpito il personale italiano impiegato all'estero. Di fronte a questa il
professor Franco Nobile, oncologo direttore del Centro prevenzione della lega
contro i tumori di Siena, rese noti gli esiti di uno studio condotto su 600
militari del 186° Reggimento Paracadutisti "Folgore" reduci da missioni
internazionali.

Le risultante confermavano quanto emerso dal Progetto Signum, evidenziando la
possibilità che pratiche vaccinali particolari, massicce e ravvicinate potessero
comportare una "disorganizzazione del sistema immunitario", suscettibile a sua
volta di concorrere alla manifestazione di gravi patologie autoimmuni, quali
tiroidite, sclerosi multipla, eritema nodoso, lupus, artrite reumatoide, diabete
e, secondo taluni studi, leucemie e linfomi.

Sotto accusa erano soprattutto le modalità di somministrazione vaccinale, con un
nesso sempre più evidente tra vaccinazioni ravvicinate e abbassamento delle
difese immunitarie, ed il loro stesso contenuto, che evidenziava la presenza di
metalli pesanti quali alluminio e mercurio, senz'altro cancerogeni, utilizzati
in alcuni tipi di vaccini come eccipienti e conservanti per migliorarne
l'effetto.

Il ruolo dei vaccini risulterebbe suffragato soprattutto dall'insorgenza di
numerosi casi di malattie in situazioni che escluderebbero altri fattori, primo
fra tutti l'uranio impoverito.
Secondo dati di fonte ufficiale, infatti, l'85% dei militari che hanno contratto
patologie gravemente invalidanti o sono addirittura deceduti per cause tumorali
non hanno preso parte a missioni militari all'estero.

Si giunge così ai giorni nostri, con la pubblicazione, nel mese di luglio, della
Relazione della IV Commissione d'Inchiesta sull'uranio impoverito che,
nonostante il nome, si è occupata di tutti gli aspetti relativi alla tutela
della salute del personale militare.
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/011/INTERO.pdf

Sono state esaminate anche tematiche particolari, relative a determinati siti
utilizzati dalle forze armate e potenzialmente contaminati dalla presenza di
amianto, gas radon o elementi radioattivi specifici utilizzati nel sistema di
tracciamento IR del missile Milan.

Oltre a questo la Relazione si è soffermata ampiamente di nuovo sulla
somministrazione dei vaccini.

Ricordando gli esiti del progetto Signum e gli studi del Prof. Nobile sui
militari della Folgore che collegavano in maniera molto netta il significativo
incremento della frequenza di alterazioni ossidative del DNA dei linfociti con
un numero di vaccinazioni superiore a cinque, il documento raccomanda che tale
numero divenga limite prescrittivo nella somministrazione di vaccini ed adottato
come specifica prescrizione.
http://www.senato.it/documenti/repository/commissioni/uranio/Stenografici/uranio-011d.PDF
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Leonardo Serni
2017-12-01 00:58:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Ricordate lo spaventoso aumento di tumori e gravi malattie varie nei militari, a
partire dalla guerra in Kosovo?
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo in merito.
Comincia proprio in fondo: "I ricercatori concludono...".

...cosa concludono i ricercatori, Lostà?

AHAHAHAHAHAHAHAH
Post by LoStaff .
Si giunge così ai giorni nostri, con la pubblicazione, nel mese di luglio, della
Relazione della IV Commissione d'Inchiesta sull'uranio impoverito che,
nonostante il nome, si è occupata di tutti gli aspetti relativi alla tutela
della salute del personale militare.
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/011/INTERO.pdf
Proprio qua sopra, quella riga che comincia con "http". :-D :-D
Post by LoStaff .
Oltre a questo la Relazione si è soffermata ampiamente di nuovo sulla
somministrazione dei vaccini.
Geniale. "In principio... ma poi". Ma quel documento là sopra è del 2017.
Questo qua sotto di quando è? Lo sai? Hai guardato?

AHAHAHAHAHAHAH

"Oltre a questo... di nuovo". Ma come no? Una consecutio temporum davvero
da leccarsi le orecchie.
Post by LoStaff .
Ricordando gli esiti del progetto Signum e gli studi del Prof. Nobile sui
militari della Folgore che collegavano in maniera molto netta il significativo
incremento della frequenza di alterazioni ossidative del DNA dei linfociti con
un numero di vaccinazioni superiore a cinque, il documento raccomanda che tale
numero divenga limite prescrittivo nella somministrazione di vaccini ed adottato
come specifica prescrizione.
http://www.senato.it/documenti/repository/commissioni/uranio/Stenografici/uranio-011d.PDF
Ah, sì sì sì. Nel documento che hai citato tu stesso (così poi vediamo se
hai ancora il coraggio di dire che sono IO a portare fesserie: ti invito,
semplicemente, a **leggere** quello di cui banfi, pollastro!) si parla, e
come, del progetto SIGNUM.

C'è una frase addirittura tutta in grassetto a cavallo fra pagina 51 e 52
in merito. Cosa dice, lo sai?

AHAHAHAHAHAHAH

E sempre a pagina 52 si ricorda:

Si precisa che nell’obbligo di segnalazione delle reazioni
avverse non è prevista...

Cosa non è prevista, Lostà? Non lo sapevi, quando hai citato quel corposo
rapporto... così convinto che ti desse ragione... così sicuro che nessuno
sarebbe andato a leggerselo? :-D :-D :-D

Dicci, dicci.

O aspetta che la gente incuriosita vada a leggersi da sola i punti che mi
sono permesso di indicare.
Post by LoStaff .
Si giunge così ai giorni nostri, con la pubblicazione, nel mese di luglio, della
Relazione della IV Commissione [...]
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/011/INTERO.pdf
Leonardo
--
Ya se escucha sonar la metralla, ya el clarín toca fuego graneado:
ahora o nunca, muchachos arriba a acabar a estos hijos del diablo.
=Catrame=
2017-12-01 14:03:02 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 01/12/2017 , su it.salute - it.salute , l'utente *Leonardo Serni*
Post by Leonardo Serni
Post by LoStaff .
Ricordate lo spaventoso aumento di tumori e gravi malattie varie nei
militari, a partire dalla guerra in Kosovo?
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo in merito.
Comincia proprio in fondo: "I ricercatori concludono...".
...cosa concludono i ricercatori, Lostà?
AHAHAHAHAHAHAHAH
Post by LoStaff .
Si giunge così ai giorni nostri, con la pubblicazione, nel mese di luglio,
della Relazione della IV Commissione d'Inchiesta sull'uranio impoverito che,
nonostante il nome, si è occupata di tutti gli aspetti relativi alla tutela
della salute del personale militare.
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/011/INTERO.pdf
Proprio qua sopra, quella riga che comincia con "http". :-D :-D
Post by LoStaff .
Oltre a questo la Relazione si è soffermata ampiamente di nuovo sulla
somministrazione dei vaccini.
Geniale. "In principio... ma poi". Ma quel documento là sopra è del 2017.
Questo qua sotto di quando è? Lo sai? Hai guardato?
AHAHAHAHAHAHAH
"Oltre a questo... di nuovo". Ma come no? Una consecutio temporum davvero
da leccarsi le orecchie.
Post by LoStaff .
Ricordando gli esiti del progetto Signum e gli studi del Prof. Nobile sui
militari della Folgore che collegavano in maniera molto netta il
significativo incremento della frequenza di alterazioni ossidative del DNA
dei linfociti con un numero di vaccinazioni superiore a cinque, il documento
raccomanda che tale numero divenga limite prescrittivo nella
somministrazione di vaccini ed adottato come specifica prescrizione.
http://www.senato.it/documenti/repository/commissioni/uranio/Stenografici/uranio-011d.PDF
Ah, sì sì sì. Nel documento che hai citato tu stesso (così poi vediamo se
hai ancora il coraggio di dire che sono IO a portare fesserie: ti invito,
semplicemente, a **leggere** quello di cui banfi, pollastro!) si parla, e
come, del progetto SIGNUM.
C'è una frase addirittura tutta in grassetto a cavallo fra pagina 51 e 52
in merito. Cosa dice, lo sai?
AHAHAHAHAHAHAH
Si precisa che nell’obbligo di segnalazione delle reazioni
avverse non è prevista...
Cosa non è prevista, Lostà? Non lo sapevi, quando hai citato quel corposo
rapporto... così convinto che ti desse ragione... così sicuro che nessuno
sarebbe andato a leggerselo? :-D :-D :-D
Dicci, dicci.
O aspetta che la gente incuriosita vada a leggersi da sola i punti che mi
sono permesso di indicare.
Post by LoStaff .
Si giunge così ai giorni nostri, con la pubblicazione, nel mese di luglio,
della Relazione della IV Commissione [...]
http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/011/INTERO.pdf
Leonardo
ROTFL!!!
povero lostaffo
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
LoStaff .
2017-12-02 15:13:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo in merito.
Comincia proprio in fondo: "I ricercatori concludono...".
Concludono che sei idiota .

Leggi tutto non solo quello che da bravo imbecille ti fa comodo :

"Tuttavia, occorre osservare che il periodo di follow up considerato
nello studio è mediamente breve (4-13 anni) rispetto al periodo di
latenza tra esposizione a potenziali cancerogeni e sviluppo di tumori.
Questo è un limite strutturale inevitabile dei dati disponibili all’epoca
dello studio e peraltro è citato tra le criticità nella discussione
dell’articolo scientifico che ne diffonde i risultati."
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Yersinia
2017-12-02 15:28:09 UTC
Permalink
Raw Message
On Fri, 01 Dec 2017 01:58:02 +0100, Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo
in merito. Comincia proprio in fondo: "I ricercatori
concludono...".
Concludono che sei idiota .
"Tuttavia, occorre osservare che il periodo di follow up
considerato nello studio è mediamente breve (4-13 anni) rispetto
al periodo di latenza tra esposizione a potenziali cancerogeni e
sviluppo di tumori. Questo è un limite strutturale inevitabile
dei dati disponibili all’epoca dello studio e peraltro è citato
tra le criticità nella discussione dell’articolo scientifico che
ne diffonde i risultati."
...e quindi sostanzialmente ammettendo che quei dati potrebbero
benissimo non valere un fico secco. Apprezzabile onestà
intellettuale, che a te manca completamente, canaglia truffatore.

Ora le cose serie.
http://medbunker.blogspot.com/p/la-cura-simoncini-non-cura-nessuno.html
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
Sito di Simoncini, truffatore pluripregiudicato
Leonardo Serni
2017-12-02 16:17:52 UTC
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by Leonardo Serni
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo in merito.
Comincia proprio in fondo: "I ricercatori concludono...".
Concludono che sei idiota .
"Tuttavia, occorre osservare che il periodo di follow up considerato
nello studio è mediamente breve (4-13 anni) rispetto al periodo di
latenza tra esposizione a potenziali cancerogeni e sviluppo di tumori.
Ma come! Ma come! LoStaff, che ha più e più volte banfato di come il tumore
(o qualsiasi altra cosa, compreso l'annegamento in un pozzo, ricordiamolo!)
diagnosticato pochi dì dopo l'odiato vaccino sia PROVA PROVATA del nesso di
causa ed effetto,

*ADESSO*

- e, presumo, solo perché gli ci ho strinato un pochino il sottocoda -

...conviene che "da 4 a 13 anni" siano *POCHI* per trarre conclusioni?

Diamine! O com'è questa cosa, Lostà?

Una settimana è sufficiente per avvalorare una conclusione che ti fa comodo
ma per avvalorarne una che non ti piace non bastano tredici anni? :-D :-D

E vedo che anche stavolta (ma senz'altro lo fai per risparmiare banda!) hai
dimenticato di citare tutta la frase, proprio nello stesso mentre in cui mi
accusi di fare la stessa cosa. Ma cosa sono questi due pesi e due misure!

I ricercatori concludono che il confronto tra i tassi di mortalità
tra i militari italiani veterani dei Balcani e una coorte di controllo
costituita da 114.269 Carabinieri non impegnati nei Balcani non
mostrano un aumento della mortalità generale o della mortalità per
cancro.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Leonardo
--
Ya se escucha sonar la metralla, ya el clarín toca fuego graneado:
ahora o nunca, muchachos arriba a acabar a estos hijos del diablo.
=Catrame=
2017-12-02 19:01:27 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 02/12/2017 , su it.salute - it.salute , l'utente *LoStaff .* (
Post by LoStaff .
Post by Leonardo Serni
Sicuro. Nel documento che citi, a pagina 48, c'è un paragrafo in merito.
Comincia proprio in fondo: "I ricercatori concludono...".
Concludono che sei idiota .
"Tuttavia, occorre osservare che il periodo di follow up considerato
nello studio è mediamente breve (4-13 anni) rispetto al periodo di
latenza tra esposizione a potenziali cancerogeni e sviluppo di tumori.
Questo è un limite strutturale inevitabile dei dati disponibili all’epoca
dello studio e peraltro è citato tra le criticità nella discussione
dell’articolo scientifico che ne diffonde i risultati."
Senti lostaffo, lo conosci quel detto che recita una cosa tipo "quando
te lo mettono nel culo, almeno evita di muoverti, perché sennó li fai
pure godere" ?

no, eh?

allora continua a muoverti, che noi si diventa pluriorgasmici.
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
=Catrame=
2017-12-01 14:02:50 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 30/11/2017 , su it.salute - it.salute , l'utente *LoStaff .* (
Post by LoStaff .
Ricordate lo spaventoso aumento di tumori e gravi malattie varie nei
militari, a partire dalla guerra in Kosovo?
cut

ahahhahha continui a collezzionare figure di merda... ogni folta é un
autogol!
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
Calazio
2017-12-01 16:54:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Ricordate lo spaventoso aumento di tumori e gravi malattie varie nei
militari, a partire dalla guerra in Kosovo?
Quoindi finalmente è venuto a galla che linfomi, leucemie sono stati
causati dai vaccini.

Se non ci fossi tu a farci ridere dovrebbero invertarti.

a volte mi viene il dubbio sei proprio cretino o solo in malafede?

---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus
Loading...