Discussion:
Crociato anteriore e menisco
(troppo vecchio per rispondere)
ReX
2007-11-09 22:12:29 UTC
Salve a tutti,

mio fratello (poco meno che diciottenne) ieri ha avuto un incidente
durante una partita di basket e a seguito di una prima TAC è risultato
"lieve ispessimento e ipodensita lega crociato anteriore".

E' già stato visitato dal nostro ortopedico il quale sospetta una
lesione del legamento ma per il momento non si pronuncia dato che
ritiene necessario far passare 10 - 20 giorni (così tanti?) prima di
poter fare altre lastre.

Nel frattempo abbiamo anche chiamato un chirurgo di cui ci fidiamo
molto, il quale mi ha operato al polso con ottimi risultati. Anche
secondo lui è necessario far passare qualche giorno e inoltre ci ha
detto che forse si potrebbe esser rotto anche il menisco (ma magari il
crociato è integro).

Detto ciò: come si procede in questi casi? Qual'è l'iter da seguire per
un totale recupero?

Mio fratello è un giocatore di basket amatoriale e non vorrebbe perdere
tutta la stagione, oppure se proprio è necessario uno stop così lungo
non vorrebbe poi risentire dell'incidente per tutta la vita (come è
accaduto a un mio amico che non si è fatto operare al crociato).

Grazie a tutti.
--
ReX
manzo
2007-11-10 08:44:24 UTC
Post by ReX
Salve a tutti,
mio fratello (poco meno che diciottenne) ieri ha avuto un incidente
durante una partita di basket e a seguito di una prima TAC è risultato
"lieve ispessimento e ipodensita lega crociato anteriore".
E' già stato visitato dal nostro ortopedico il quale sospetta una
lesione del legamento ma per il momento non si pronuncia dato che
ritiene necessario far passare 10 - 20 giorni (così tanti?) prima di
poter fare altre lastre.
Nel frattempo abbiamo anche chiamato un chirurgo di cui ci fidiamo
molto, il quale mi ha operato al polso con ottimi risultati. Anche
secondo lui è necessario far passare qualche giorno e inoltre ci ha
detto che forse si potrebbe esser rotto anche il menisco (ma magari il
crociato è integro).
Detto ciò: come si procede in questi casi? Qual'è l'iter da seguire per
un totale recupero?
Mio fratello è un giocatore di basket amatoriale e non vorrebbe perdere
tutta la stagione, oppure se proprio è necessario uno stop così lungo
non vorrebbe poi risentire dell'incidente per tutta la vita (come è
accaduto a un mio amico che non si è fatto operare al crociato).
Grazie a tutti.
--
ReX
I giorni che ti hanno detto che devono passare servono perché si
disinfiammi la parte lesa .Per il resto del danno ed il suo risultato
oltre a dipendere dall'estensione del danno anche dalle capacità di
chi lo opera.L'unico consiglio che posso darti è informati bene di chi
lo opera e accertati che sia veramente lui che opera e che non metta
solo la firma sull'intervento e poi vada a casa.
ReX
2007-11-10 13:06:49 UTC
Post by manzo
I giorni che ti hanno detto che devono passare servono perché si
disinfiammi la parte lesa .Per il resto del danno ed il suo risultato
oltre a dipendere dall'estensione del danno anche dalle capacità di
chi lo opera.L'unico consiglio che posso darti è informati bene di chi
lo opera e accertati che sia veramente lui che opera e che non metta
solo la firma sull'intervento e poi vada a casa.
Grazie per i consigli, il chirurgo di cui parlo sopra è bravissimo e
siamo sicuri che l'opererebbe lui e non uno scagnozzo. Ad ogni modo
documentandoci in po' in rete abbiamo visto che esistono due differenti
filosofie di pensiero circa l'operazione al crociato: c'è chi dice di
tirare avanti con il crociato lesionato (se non è completamente
danneggiato) fin quando non diventa necessario operare e chi invece
preferisce operare da subito.

Tu cosa mi puoi dire a riguardo?
--
ReX
manzo
2007-11-10 18:25:51 UTC
Post by ReX
Post by manzo
I giorni che ti hanno detto che devono passare servono perché si
disinfiammi la parte lesa .Per il resto del danno ed il suo risultato
oltre a dipendere dall'estensione del danno anche dalle capacità di
chi lo opera.L'unico consiglio che posso darti è informati bene di chi
lo opera e accertati che sia veramente lui che opera e che non metta
solo la firma sull'intervento e poi vada a casa.
Grazie per i consigli, il chirurgo di cui parlo sopra è bravissimo e
siamo sicuri che l'opererebbe lui e non uno scagnozzo. Ad ogni modo
documentandoci in po' in rete abbiamo visto che esistono due differenti
filosofie di pensiero circa l'operazione al crociato: c'è chi dice di
tirare avanti con il crociato lesionato (se non è completamente
danneggiato) fin quando non diventa necessario operare e chi invece
preferisce operare da subito.
Tu cosa mi puoi dire a riguardo?
--
ReX
Dico che dipende sempre dalla attività che uno fa .Se uno sta seduto
su una scrivania tutto il giorno può pure aspettare se invece come tuo
fratello fa una attività agonistica con dei legamenti lesionati prima
o poi avrà sicuramente un peggioramento dell'arto interessato ed
allora invece di fermarsi un paio di mesi si ferma magari un anno o
più perché i tempi di recupero si allungano di molto ovviamente.C'è
pure da dire che delle volte ti rispondono così per paura di sbagliare
e quindi delle conseguenze (legali) del caso.Un'altra cosa ricorda che
se anche vedi che il grande luminare entra in sala operatoria non è
detto che operi ma molto spesso sta a guardare i suoi pupilli che
fanno esperienza sulla pelle dello sfigato che gli capita sotto.
Quindi non ti fidare .Stai in campana.Ciao
ReX
2007-11-12 20:58:40 UTC
Post by manzo
Dico che dipende sempre dalla attività che uno fa .Se uno sta seduto
su una scrivania tutto il giorno può pure aspettare se invece come tuo
fratello fa una attività agonistica con dei legamenti lesionati prima
o poi avrà sicuramente un peggioramento dell'arto interessato ed
allora invece di fermarsi un paio di mesi si ferma magari un anno o
più perché i tempi di recupero si allungano di molto ovviamente.
Ma i tempi di recupero cambiano molto tra l'operazione di un tendine
completamente rovinato e uno leggermente lesionato? Perchè mio fratello
non sa se operarsi subito se il tendine non è completamente rovinato.
Post by manzo
C'è
pure da dire che delle volte ti rispondono così per paura di sbagliare
e quindi delle conseguenze (legali) del caso.Un'altra cosa ricorda che
se anche vedi che il grande luminare entra in sala operatoria non è
detto che operi ma molto spesso sta a guardare i suoi pupilli che
fanno esperienza sulla pelle dello sfigato che gli capita sotto.
Quindi non ti fidare .Stai in campana.Ciao
Grazie per la delucidazione, non avevo pensato a questa evenienza.
--
ReX