Discussione:
Andrew Wakefield : The return of the MMR charlatan fits with our times
(troppo vecchio per rispondere)
=Catrame=
2017-04-06 20:18:07 UTC
Permalink
Raw Message
If you are unlucky, and all of us are unlucky in the end, you will
visit a doctor in the confident expectation that they can fix any
illness as a mechanic fixes a car and learn of the vast areas of
ignorance on the map of medical science. If you are very unlucky, you
will take an autistic child to a doctor and learn that “autism” is a
vague and flabby label. There isn’t even agreement on what causes it,
let alone on what, if anything, might alleviate or cure it.

Into the gap, between inexplicable suffering and the inability to
relieve it, pour the conmen. Last week, Andrew Wakefield, the most
contemptible of the charlatans, arrived in Britain to exploit the false
hopes and fill the nightmares of his native land.

That he is a fraud has been established beyond reasonable doubt. The
General Medical Council struck him off in 2010 after, in a superb
example of journalism at its best, Brian Deer showed how Wakefield had
manipulated research to make a non-existent link between the measles,
mumps and rubella vaccine and autism.

Not content with lying, Wakefield exploited his voodoo science for
financial gain. The money was not the worst of it. The MMR conspiracy
theory sent vaccination rates below the level of herd immunity. As
unvaccinated children become teenagers, we are yet to see whether they
will pay a price in blood for Wakefield’s fraudulence. Given the threat
to public health, the personal enrichment and the neglected fact that
Wakefield’s malign fantasy has led parents who vaccinated autistic
children needlessly blaming themselves, in my eyes he appears to be a
criminal.

If you want to know what is wrong with a country, look at the criminals
its courts cannot punish. Just as it was impossible to prosecute
bankers after the crash of 2008, so it is impossible now to arrest
Wakefield. Rob an old lady of her savings and you go to prison. Rob
millions of children of protection against preventable illness and you
are endorsed by the Trump administration, which has, inevitably, made
its support for the MMR con explicit.

The one good thing Andrew Wakefield has done in his worthless life is
show that sick societies are like sick people. They, too, face
suffering without relief or prospect of a cure. They, too, are open to
exploitation by every variety of crank and fanatic. Nowhere more so
than in Trump’s America. At a personal level, Trump’s wife, Melania,
promises to sue anyone who says their son, Barron, may be autistic. Her
threat suggests the couple have feared, however fleetingly, that they
might learn of the pain of the parents of autistic children and of
autistic people themselves.

Whatever twinge of sympathy I felt, vanished, however, when I saw that
at the political level Trump had said that “doctors lied” about
vaccination and has given every indication of pursuing the Wakefield
conspiracy theory in office. If he does, it will be a disaster for
autistic people. In America, as in the UK, they fall over a cliff edge
when they move from child to adulthood. So bad are the services, the US
does not know how many autistic adults live in its borders.

Hillary Clinton, who actually talked to autistic people, something
vaccination conspirators neglect to do, promised a census. She lost.
And now, as Steve Silberman, the author of the magnificent Neurotribes
tells me, the Trump administration can indulge in junk science, safe in
the knowledge that its billionaire friends will never need public
assistance to provide for their autistic children.

The “doctors lied” is the first link between MMR and so many other
modern manias. Climate change deniers have to maintain that 97% or more
of the world’s scientists are lying. It is easier to believe an
unbelievable fiction than contemplate the vast and wrenching changes
manmade climate change must bring to our lives. Rather than face them,
say Trump and the Anglo-Saxon right, we can retreat into a surprisingly
comfortable state of paranoid delusion.

Second, and this point needs emphasising when elements on the right
claims to be the champions of the working class (and let us see how
long that lasts) and elements on the left blame it for Trump’s victory:
conspiracy theories always begin with pseudo-intellectuals.

Anyone who has looked at the work of Holocaust, 9/11 or climate change
deniers, will see that it is stuffed with footnotes. It was not a
tabloid catering for the “left behind” that began the MMR lie, but the
learned medical journal, the Lancet. Its editors did not know they were
victims of a fraud. But they ought to have seen that Wakefield’s
original 1998 paper was “badly written and had no clear statement of
its hypothesis or indeed of its conclusions”, as Ben Goldacre, the
debunker of scientific fraud, put it.

Last week, Wakefield did not speak at a working men’s club, but at the
supposedly reputable Regent’s University in London. To top that, he was
invited to the European parliament, not by a neofascist know-nothing,
but by an MEP from a Green party, which readers who have not been
paying attention may think is filled with decent people.

Third, the MMR scandal rebuts the myth that we are living in a uniquely
mendacious era of web-driven “fake news”. Mainstream national newspaper
journalists, including here at the Observer, I am afraid and at the
BBC, amplified Wakefield’s message in the last decade without making
the most basic checks. There can be no “post-truth age” for the
autistic, for they never had an age of truth to begin with. To put the
disgrace of my trade as mildly as I can, if Wakefield were put on
trial, there would be hundreds of journalists alongside him in the
dock.

Finally, ask yourself why Andrew Wakefield does not recant, when every
study of autism and vaccination has shown his original claim to be
false. Asking that is like asking why Donald Trump does not cut his
links with climate change deniers or Jeremy Corbyn cut his links with
the Socialist Workers party. Wakefield would lose his support base.
More to the point, as I suspect he, Trump and Corbyn know, the very
fools he has encouraged would throw the accusations of corruption he
has thrown at others back at him.

Whether you are dealing with climate change or MMR, the final lesson is
this: you cannot rely on charlatans to expose themselves. You have tune
up your bullshit detector and do the exposing yourself.

https://www.theguardian.com/commentisfree/2017/feb/18/not-just-mmr-charlatan-we-should-denounce
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
Leonardo Serni
2017-04-08 18:39:37 UTC
Permalink
Raw Message
On Thu, 06 Apr 2017 22:18:07 +0200, =Catrame= <***@gmail.com> wrote:

Se sarete sfortunati, e tutti noi prima o poi lo siamo, visiterete un medico
nella fiduciosa aspettativa che riesca a sistemare qualsiasi malattia - come
un meccanico che metta a posto una automobile - e verrete a conoscenza delle
vaste aree di ignoranza sulla mappa della scienza medica.

Se sarete davvero sfortunati, vi troverete a portare un bambino autistico da
un medico e scoprirete che "autismo" è una etichetta vaga e confusa. Non c'è
neanche accordo su che cosa lo provochi, lasciamo stare su che cosa, ammesso
che ci sia qualcosa, possa alleviarlo o curarlo.

In questo vuoto fra una sofferenza inspiegabile e l'incapacità di alleviarla
si fanno strada i ciarlatani. La settimana passata, Andrew Wakefield, il più
disprezzabile dei ciarlatani, è arrivato in Inghilterra per approfittarsi di
false speranze e popolare gli incubi della sua terra natale.

Che sia un truffatore è stato dimostrato al di là d'ogni ragionevole dubbio.
L'Albo dei Medici lo ha radiato nel 2010 dopo che, con un superbo esempio di
giornalismo al suo meglio, Brian Deer mostrò come Wakefield aveva manipolato
la ricerca per indicare un nesso inesistente fra il vaccino contro morbillo,
rosolia e parotite e l'autismo.

Non contento di mentire, Wakefield ha sfruttato la sua scienza vudù in cerca
di guadagno. I soldi non sono stati il peggio. La teoria cospirazionista sul
vaccino MMR ha portato il tasso vaccinale sotto il livello per l'immunità di
branco. Nel mentre bambini non vaccinati diventano adolescenti, rimane tutto
da vedere se dovranno pagare al prezzo del sangue la disonestà di Wakefield.
Vista la minaccia per la salute pubblica, il guadagno personale, ed il fatto
sottovalutato che la fantasia maligna di Wakefield ha indotto i genitori che
avevano vaccinato i propri figli autistici al darne la colpa a se stessi, ai
miei occhi egli appare un criminale.

Se volete sapere cosa ci sia di sbagliato in un Paese, guardate ai criminali
che i suoi tribunali non possono punire. Così come è stato impossibile, dopo
il crack del 2008, incriminare i banchieri, così ora è impossibile arrestare
Wakefield. Truffate i risparmi a una vecchietta e andate in galera. Truffate
milioni di bambini di una protezione contro una malattia evitabile, e venite
appoggiati dall'amministrazione Trump, che inevitabilmente ha reso esplicito
il proprio supporto per l'imbroglio MMR.

L'unica cosa buona che Andrew Wakefield ha fatto nella sua inutile vita è di
mostrare che le società malate sono come le persone malate. Anche loro hanno
di fronte un dolore senza un sollievo o prospettiva di cura. Anche loro sono
aperte allo sfruttamento da parte di ogni tipo di mentecatto o fanatico. Mai
così tanto come nell'America di Trump. Ad un livello personale, la moglie di
Trump, Melania, promette una querela a chiunque sostenga che il loro figlio,
Barron, sia autistico. La sua minaccia suggerisce che la coppia abbia avuto,
per quanto fuggevolmente, paura di potere provare il dolore dei genitori dei
bambini autistici, e degli stessi autistici.

Qualunque moto di simpatia possa provare, comunque, è svanito al vedere come
a livello politico Trump abbia detto che "i dottori hanno mentito", riguardo
le vaccinazioni, e abbia dato ogni indicazione di voler seguire la teoria di
Wakefield, dopo essere stato eletto. Se lo farà, sarà un disastro per coloro
che soffrono di autismo; in America, come nel Regno Unito, cadono giù da una
rupe quando escono dall'infanzia. I servizi sono tanto carenti che gli Stati
Uniti non sanno quanti adulti autistici vivano entro i propri confini.

Hillary Clinton, che ha parlato ai sofferenti di autismo - cosa questa che i
cospirazionisti dei vaccini trascurano - aveva promesso un censimento. Ma ha
perso. E ora, come mi dice Steve Silberman autore del magnifico Neurotribes,
l'amministrazione Trump si può godere la pseudoscienza, sicura nella propria
consapevolezza che i suoi amici miliardari non avranno mai necessità d'aiuto
pubblico per far fronte ai bisogni dei propri bambini autistici.

Quel "i medici hanno mentito" è il primo collegamento fra l'MMR e così tante
altre manie moderne. I negazionisti del cambiamento climatico devono credere
che il 97% o più degli scienziati del mondo stia mentendo. Sembra più facile
credere una falsità incredibile che contemplare i vasti, terribili mutamenti
che il cambiamento climatico provocato dall'uomo apporterà alle nostre vite.
E piuttosto che affrontarli, dicono Trump e la destra anglosassone, possiamo
ritirarci in uno stato sorprendentemente comodo di fantasia paranoide.

Secondo punto, e da sottolineare, quando elementi della destra sostengono di
essere i campioni della classe operaia (vediamo quanto dura!) ed elementi di
sinistra l'accusano per la vittoria di Trump: le teorie cospirazioniste sono
sempre iniziate dagli pseudo-intellettuali.

Chiunque abbia dato un'occhiata al lavoro dei complottisti dell'Olocausto, o
dell'Undici Settembre, o del cambiamento climatico vedrà che è pieno di note
a piè di pagina. Non è stato un giornalaccio rivolto ai "rimasti indietro" a
iniziare la menzogna dell'MMR, ma una illustre rivista medica, The Lancet. I
suoi redattori non sapevano di essere vittime di una truffa. Ma si sarebbero
dovuti rendere conto che il lavoro originale del 1998 di Wakefield era "male
scritto, privo di una chiara formulazione delle ipotesi, e addirittura delle
conclusioni", come ha detto Ben Goldacre, smontatore di frodi scientifiche.

La settimana passata Wakefield non ha parlato a un bar del dopolavoro, ma in
una supposta rispettata Regent University, a Londra. E, per soprammercato, è
stato invitato all'Europarlamento non da un ignorantone neofascista ma da un
parlamentare Verde, che i lettori disattenti potrebbero credere sia pieno di
persone per bene.

Terzo punto, lo scandalo dell'MMR smonta il mito che stiamo vivendo nell'era
particolarmente bugiarda di una "falsa notizia" diffusa dal Web. Giornalisti
dei principali giornali nazionali, inclusi, temo, alcuni qui dell'Observer e
alla BBC, nell'ultimo decennio hanno amplificato il messaggio di Wakefield e
hanno trascurato di fare i più elementari controlli. Non ci potrà essere una
èra "post-verità" per gli autistici, perché non hanno mai avuto un'èra della
verità in primo luogo. Per mettere la vergogna della mia professione nei più
blandi termini che posso, se Wakefield fosse messo sotto processo, sarebbero
centinaia i giornalisti accanto a lui sul banco degli imputati.

Infine, domandatevi come mai Andrew Wakefield non ritratta, nonostante tutti
gli studi sull'autismo e sulla vaccinazione abbiano dimostrato che quanto da
lui sostenuto era falso. Domandarsi questo è come il chiedersi perché Donald
Trump non tagli ogni rapporto con i negazionisti del cambiamento climatico o
Jeremy Corbyn con il partito dei Lavoratori Socialisti. Wakefield perderebbe
il supporto della sua base di sostenitori. E più ancora, come penso che lui,
Trump e Corbyn sappiano, proprio gli sciocchi che lui stesso ha incoraggiato
gli si rivolterebbero contro ribaltandogli addosso quelle medesime accuse di
corruzione che lui ha rivolto ad altri.

Che abbiate a che fare con il cambiamento climatico, o con i vaccini, questa
è la lezione finale: non potete sperare che i ciarlatani gettino la maschera
ma dovete affinare i vostri rivelatori di stronzate e smascherarli voi.

https://www.theguardian.com/commentisfree/2017/feb/18/not-just-mmr-charlatan-we-should-denounce
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Loading...