Discussione:
VACCINI... LA GABBIA EMOTIVA !
(troppo vecchio per rispondere)
LoStaff .
2017-06-24 19:57:26 UTC
Permalink
Raw Message
Di Federico Giovannini [Fefochip] Membro dello Staff e pubblicato su
Luogocomune.

Il tema vaccini infiamma gli animi e fa prendere posizioni drastiche. Perché?

Con ogni probabilità chi si è documentato sui vaccini e ne ha provato a parlare
con qualcuno che non è della sua idea, si sarà trovato di fronte a dei veri e
propri “muri”.

Proprio l’altro giorno di fronte ai miei occhi una nonna apparentemente normale
si è trasformata in ufficiale delle SS, pronta a strappare i figli dai genitori
per inoculargli vaccini a tutto spiano. Perché? Perché assistiamo a un vero e
proprio fenomeno di massa così drammaticamente privo di buon senso?

Personalmente me lo sono chiesto, dato che è troppo facile bollare l’altro come
“stupido”, “ignorante” o “fuori di testa”, in particolare perché sono le accuse
spesso rivolte dai vaccinisti “senza se e senza ma”, a quelli che vorrebbero
decidere per conto loro della salute dei propri figli.

Proverò ad analizzare i meccanismi che soggiacciono a questi blocchi.

E’ noto da tempo che, di fronte a un problema che scatena paura, scatta il
binomio “combatti o fuggi”. I manipolatori, attraverso la propaganda, per
ottenere un certo risultato insistono sul seminare paura.

Ecco che nel caso dei vaccini, vengono artatamente e platealmente inventate
epidemie, viene instillato nelle persone la paura delle malattie, si “prepara il
terreno”.
Per un meccanismo psicologico ben noto a qualunque figlio, quando si opta per la
“fuga”, si fugge tra le braccia del genitore.

Ecco quindi che le persone impaurite, che hanno scelto per la fuga, si vanno a
proteggere tra le braccia dell’autorità dello stato, che rappresenta in questo
psicodramma le braccia genitoriali. Siamo abituati fin da piccoli a funzionare
con questi meccanismi, e quindi a meno di non prenderne coscienza, i risultati
sono ogni volta scontati: di fronte a una paura collettiva come a un atto di
terrorismo, la gente si stringe intorno alle istituzioni.

Si dà fiducia a ciò che dicono i rappresentanti di queste istituzioni anche se
mentono platealmente, anche se in maniera evidente quello che fanno o dicono va
contro ogni buon senso.

Ci si potrebbe chiedere come mai sono così in pochi a scegliere l’opzione
“combatti”. Per scegliere per questa opzione la persona dovrebbe essere in grado
non tanto di ragionare, (condizione ovviamente necessaria in quanto va compiuta
una scelta razionale) quanto di assumersi le proprie responsabilità, cosa che la
nostra società ha fatto di tutto per non far sviluppare. Viviamo nella società
della deresponsabilizzazione. Per persone che si rivolgono all’autorità per
cercare delle risposte è pressoché impossibile andare contro i pareri dei camici
bianchi, che sono le figure che più di tutte incarnano quel senso di riverenza
genitoriale atavica a cui si è imparato ad obbedire.

A completare il quadro, la propaganda sui vaccini ha l’arma definitiva:
l’effetto gregge.
Questa favola è un vero e proprio capolavoro di propaganda psicologica, la
tempesta perfetta da cui è molto difficile uscire.

Ogni volta che si accende un dibattito sulla questione vaccini, il carico
emozionale dell’argomento ripropone la forca emotiva “combatti o fuggi”. La
persona spesso è già fuggita (si è “informata” con la propaganda) tra le braccia
del genitore (istituzioni) che gli ha detto che il nemico è la persona che non
si vaccina, il suo interlocutore. Ecco quindi perché un dialogo, ragionevole,
pacato e scientifico è impossibile non tanto per mancanza di cultura e/o
intelligenza dell’interlocutore, quanto per un blocco, un muro che ci divide,
anzi una vera e propria gabbia in cui è stata rinchiusa la mente del soggetto.

Non vedo soluzioni nel breve periodo proprio perché per scardinare i meccanismi
sopra descritti bisognerebbe insegnare alle persone a prendersi le proprie
responsabilità, a ragionare nonostante le pressioni emotive e a compiere scelte
consapevoli, insomma a diventare adulti, un vero e proprio miraggio (da poi
realizzare in tempi brevi).

E’ oltremodo difficile uscire da questa gabbia perché solo chi ne è fuori la
riconosce come tale, mentre per chi è dentro è semplicemente il suo mondo.

L’unico “grimaldello” che intravedo che potrebbe essere usato sul breve è
stringersi intorno ai medici dissidenti, quel camice bianco che impersona
l’autorità genitoriale che potrebbe efficacemente smontare la costruzione
diabolica che ha fatto la propaganda (nessuno infatti qui pensa che siano un
caso le recenti radiazioni di così tanti medici dissidenti prima del decreto
vero?) .

Ecco un efficace video in tal senso :
https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=HEtJTRYoYxE



LoStaff : Mazzucco, Fefochip, Consulenzealternative.
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Leonardo Serni
2017-06-24 20:11:21 UTC
Permalink
Raw Message
Ci si potrebbe chiedere come mai sono così in pochi a scegliere l’opzione
“combatti”. Per scegliere per questa opzione la persona dovrebbe essere in grado
non tanto di ragionare, (condizione ovviamente necessaria in quanto va compiuta
una scelta razionale) quanto di assumersi le proprie responsabilità, cosa che la
nostra società ha fatto di tutto per non far sviluppare. Viviamo nella società
della deresponsabilizzazione.
HAHAHAHAHAHAHAHAHA

No, davvero. Seriamente. Te sei quello che davanti al famoso modulo "'Un vuoi
vaccinà 'r tu' figliolo? E non lo vaccinare... Firma ben qua che ti prendi tu
la responsabilità", strillava e gemeva nooooo, non firmaaaaaate. Non prendete
la responsabilitàààà.

E ora? Citi un articolo... sulla necessità di prendersi le responsabilità?

Davvero. E' come vedere Rocco Siffredi che quota il discorso sulla castità di
Santa Vereconda.
Non vedo soluzioni nel breve periodo proprio perché per scardinare i meccanismi
sopra descritti bisognerebbe insegnare alle persone a prendersi le proprie
responsabilità, a ragionare nonostante le pressioni emotive e a compiere scelte
consapevoli, insomma a diventare adulti, un vero e proprio miraggio (da poi
realizzare in tempi brevi).
Guarda, costui scrive proprio bene. Digli da parte mia che sono d'accordo con
ogni parola, e dico davvero.

E che spero si renda conto presto di chi c'ha con sé nello Staff :-D

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
marmellata23
2017-06-25 04:30:43 UTC
Permalink
Raw Message
On Sat, 24 Jun 2017 21:57:26 +0200
Post by LoStaff .
Di Federico Giovannini [Fefochip] Membro dello Staff e pubblicato su
Luogocomune.
Il tema vaccini infiamma gli animi e fa prendere posizioni drastiche. Perché?
Con ogni probabilità chi si è documentato sui vaccini e ne ha provato
a parlare con qualcuno che non è della sua idea, si sarà trovato di
fronte a dei veri e propri “muri”.
<cut>
Post by LoStaff .
Proverò ad analizzare i meccanismi che soggiacciono a questi blocchi.
E’ noto da tempo che, di fronte a un problema che scatena paura,
scatta il binomio “combatti o fuggi”. I manipolatori, attraverso la
propaganda, per ottenere un certo risultato insistono sul seminare
paura.
Siamo governati come se fossimo mandrie di bestiame senza coscienza (la
nota elite, cane da guardia del Dominio di questo Mondo che ci tiene
nella morsa, ci considera "goym": bestie parlanti) attraverso mezzi
sofisticati di propaganda che si basano sulla psicologia delle folle, la
manipolazione dei sentimenti di paura e mezzi tecnologici sconosciuti
alle masse che anticipano costantemente le loro reazioni. E' come con
il pastore con il gregge di pecore che vuole indirizzare dove vuole con
gli artifizi e il cane lupo. Solo che il pastore non e' il "buon
Pastore" ma il Dominio di questo Mondo. Sottrarsi al gioco e
partecipare alla comunita' dei "risvegliati" (Brzezinsky e il
"risveglio delle coscienze") tanto temuti dai think tank dell'elite
richiede una formazione e un impegno che non si puo' richiedere a
tutti. Noi abbiamo gia' perso e siamo stati sconfitti gia' molto tempo
fa: la salvezza e' individuale e non e' per tutti e implica di sottrarsi
al gregge e alle sue scomposte reazioni.

<cut>
Post by LoStaff .
L’unico “grimaldello” che intravedo che potrebbe essere usato sul
breve è stringersi intorno ai medici dissidenti, quel camice bianco
che impersona l’autorità genitoriale che potrebbe efficacemente
smontare la costruzione diabolica che ha fatto la propaganda (nessuno
infatti qui pensa che siano un caso le recenti radiazioni di così
tanti medici dissidenti prima del decreto vero?) .
Fate girare sottobanco le informazioni su questi medici dissidenti e sui
loro protocolli: la loro opera deve coesistere come opzione libera e di
resistenza per chi si vuole sottrarre all'adveniente totalitarismo:

http://www.maurizioblondet.it/piccolo-leucemico-morto-morbillo-colpa-dei-genitori-anti-vaccini-falso-totalitario/

Buona fortuna a tutti.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
marmellata23
2017-06-25 06:11:51 UTC
Permalink
Raw Message
On Sun, 25 Jun 2017 06:30:43 +0200
Post by marmellata23
Siamo governati come se fossimo mandrie di bestiame senza coscienza
(la nota elite, cane da guardia del Dominio di questo Mondo che ci
tiene nella morsa, ci considera "goym": bestie parlanti) attraverso
mezzi sofisticati di propaganda che si basano sulla psicologia delle
folle, la manipolazione dei sentimenti di paura e mezzi tecnologici
sconosciuti alle masse che anticipano costantemente le loro reazioni.
E' come con il pastore con il gregge di pecore che vuole indirizzare
dove vuole con gli artifizi e il cane lupo. Solo che il pastore non
e' il "buon Pastore" ma il Dominio di questo Mondo. Sottrarsi al
gioco e partecipare alla comunita' dei "risvegliati" (Brzezinsky e il
"risveglio delle coscienze") tanto temuti dai think tank dell'elite
richiede una formazione e un impegno che non si puo' richiedere a
tutti. Noi abbiamo gia' perso e siamo stati sconfitti gia' molto tempo
fa: la salvezza e' individuale e non e' per tutti e implica di
sottrarsi al gregge e alle sue scomposte reazioni.
Qualcuno e' piu' ottimista di me:

http://www.libreidee.org/2017/06/potere-terrorista-teme-il-nostro-risveglio-e-sa-che-perdera/
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
RandomNick
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
On Sat, 24 Jun 2017 21:57:26 +0200
Post by LoStaff .
Di Federico Giovannini [Fefochip] Membro dello Staff e pubblicato su
Luogocomune.
Il tema vaccini infiamma gli animi e fa prendere posizioni drastiche. Perché?
Con ogni probabilità chi si è documentato sui vaccini e ne ha provato
a parlare con qualcuno che non è della sua idea, si sarà trovato di
fronte a dei veri e propri “muri”.
<cut>
Post by LoStaff .
Proverò ad analizzare i meccanismi che soggiacciono a questi blocchi.
E’ noto da tempo che, di fronte a un problema che scatena paura,
scatta il binomio “combatti o fuggi”. I manipolatori, attraverso la
propaganda, per ottenere un certo risultato insistono sul seminare
paura.
Siamo governati come se fossimo mandrie di bestiame senza coscienza (la
nota elite, cane da guardia del Dominio di questo Mondo che ci tiene
nella morsa, ci considera "goym": bestie parlanti) attraverso mezzi
sofisticati di propaganda che si basano sulla psicologia delle folle, la
manipolazione dei sentimenti di paura e mezzi tecnologici sconosciuti
alle masse che anticipano costantemente le loro reazioni. E' come con
il pastore con il gregge di pecore che vuole indirizzare dove vuole con
gli artifizi e il cane lupo. Solo che il pastore non e' il "buon
Pastore" ma il Dominio di questo Mondo. Sottrarsi al gioco e
partecipare alla comunita' dei "risvegliati" (Brzezinsky e il
"risveglio delle coscienze") tanto temuti dai think tank dell'elite
richiede una formazione e un impegno che non si puo' richiedere a
tutti. Noi abbiamo gia' perso e siamo stati sconfitti gia' molto tempo
fa: la salvezza e' individuale e non e' per tutti e implica di sottrarsi
al gregge e alle sue scomposte reazioni.
<cut>
Post by LoStaff .
L’unico “grimaldello” che intravedo che potrebbe essere usato sul
breve è stringersi intorno ai medici dissidenti, quel camice bianco
che impersona l’autorità genitoriale che potrebbe efficacemente
smontare la costruzione diabolica che ha fatto la propaganda (nessuno
infatti qui pensa che siano un caso le recenti radiazioni di così
tanti medici dissidenti prima del decreto vero?) .
Fate girare sottobanco le informazioni su questi medici dissidenti e sui
loro protocolli: la loro opera deve coesistere come opzione libera e di
http://www.maurizioblondet.it/piccolo-leucemico-morto-morbillo-colpa-dei-genitori-anti-vaccini-falso-totalitario/
Buona fortuna a tutti.
Cambia pusher
--
Leonardo Serni
2017-06-25 09:17:55 UTC
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
L’unico “grimaldello” che intravedo che potrebbe essere usato sul
breve è stringersi intorno ai medici dissidenti, quel camice bianco
che impersona l’autorità genitoriale che potrebbe efficacemente
smontare la costruzione diabolica che ha fatto la propaganda (nessuno
infatti qui pensa che siano un caso le recenti radiazioni di così
tanti medici dissidenti prima del decreto vero?) .
Fate girare sottobanco le informazioni su questi medici dissidenti e sui
loro protocolli: la loro opera deve coesistere come opzione libera e di
resistenza per chi si vuole sottrarre all'adveniente totalitarismo
Questa, mi pare un'opzione inutile e pericolosa. Inutile perché chi sono i
medici si saprebbe comunque.

Pericolosa per due motivi. Quello sanitario è che il medico dissidente non
ti aiuta. Voglio dire, il bimbo leucemico era GIA' non vaccinato. Cosa più
poteva fare il medico dissidente? Riuscire a svaccinare i genitori? Quello
che si poteva fare è stato fatto, e i risultati si sono avuti. Basta.

Il secondo motivo è che hai detto bene: la salvezza è personale. Ma quella
lista sottobanco che dici è esattamente il contrario - è sostituire ad una
allucinazione una allucinazione diversa, sempre eterodiretta, soltanto con
padroni diversi. Il che, ti faccio notare, è esattamente lo scopo di tutti
i vari guarini, santoni e curanderi: a loro la "dittatura sulle coscienze"
VA BENISSIMO. Sono fortemente a favore, loro. Quello su cui dissentono non
è la dittatura: è che il dittatore non sono loro.

Infatti, se guardi nei micro-mondi costituiti dai vari forum, comunità, et
cetera, non solo vedi operare esattamente gli stessi meccanismi di potere,
di repressione del dissenso, e manipolazione psicologica; perfino i cinque
minuti di odio di orwelliana memoria. Ma li vedi operare molto di più, più
allo scoperto; perché nell'essere un wannabe dittatore non c'è soltanto il
dittatore, si vede parecchio anche il wannabe. Questa gente non ha neanche
esperienza a fare il capo-popolo.

Vedrei meglio invece, ma come puoi immaginarti è più difficile, un manuale
sul come risvegliarsi - sul come distinguere il grano dal loglio. E invece
che convincere chi ha fame a buttare via il tonno del governo per prendere
'stu pesce, insegnargli a pescare.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
marmellata23
2017-06-25 11:28:31 UTC
Permalink
Raw Message
On Sun, 25 Jun 2017 11:17:55 +0200
Post by Leonardo Serni
Il secondo motivo è che hai detto bene: la salvezza è personale. Ma
quella lista sottobanco che dici è esattamente il contrario - è
sostituire ad una allucinazione una allucinazione diversa, sempre
eterodiretta, soltanto con padroni diversi. Il che, ti faccio notare,
a loro la "dittatura sulle coscienze" VA BENISSIMO. Sono fortemente a
favore, loro. Quello su cui dissentono non è la dittatura: è che il
dittatore non sono loro.
Io sono per il pluralismo e la libera competizione delle idee e delle
conoscenze come fattore di evoluzione e progresso. E' vero che la
Dittatura, come la chiami tu, tende a replicarsi indefinitamente. Ma se
lasci una possibilita' di scelta prevarra' nel lungo termine il
Dittatore piu' "illuminato" non il piu' dispotico o cinico. Senza
contare che l'umore degli interlocutori informati e' molto volubile e
l'Autorita' va conquistata sul campo in base a risultati e merito e non
a rapporti di forza. Il web consente forme di democrazia diretta e la
condivisione dei saperi contro la corporatocrazia e gli inganni cosa
che aveva intuito molto bene il compianto Casaleggio. C'e' chi dice che
una nuova umanita' e' nelle doglie del parto (guarda su byoblu un
recente video). Speriamo venga alla luce presto.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Leonardo Serni
2017-06-25 16:50:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
Post by Leonardo Serni
Il secondo motivo è che hai detto bene: la salvezza è personale. Ma
quella lista sottobanco che dici è esattamente il contrario - è
sostituire ad una allucinazione una allucinazione diversa, sempre
eterodiretta, soltanto con padroni diversi. Il che, ti faccio notare,
a loro la "dittatura sulle coscienze" VA BENISSIMO. Sono fortemente a
favore, loro. Quello su cui dissentono non è la dittatura: è che il
dittatore non sono loro.
Io sono per il pluralismo e la libera competizione delle idee e delle
conoscenze come fattore di evoluzione e progresso.
Sono d'accordo. Nota però che questo presuppone un fattore a monte: perché le
idee possano competere liberamente, bisogna che il terreno di gioco (la mente
degli utenti) sia accessibile.

In altre parole, per prima cosa uno deve informarsi.

Ora una idea ha un "valore", che per così dire sta dentro, e un "costo" - per
assorbire l'idea e valutarla, accettarla o rifiutarla - e questo, uno lo vede
già da fuori; e un po' come per i prodotti commerciali, abbiamo una euristica
e scegliamo in base a quanto ci piace l'etichetta.

Sicché io ho il sospetto - e il timore - che l'evoluzione favorisca i memi in
possesso di tre caratteristiche che non hanno niente a che fare col valore:

- sono attraenti. Un'idea facile da assimilare, non faticosa, non complessa e
non difficile da ricordare.
- sono piacevoli. Un modo banale è, che chi ha questa idea si senta superiore
a chi non ce l'ha.
- sono esclusive. Nel senso che una parte importante del meme implica cessare
di cercarne altri e/o di abbandonare quello.
Post by marmellata23
che aveva intuito molto bene il compianto Casaleggio. C'e' chi dice che
una nuova umanita' e' nelle doglie del parto (guarda su byoblu un
recente video). Speriamo venga alla luce presto.
E speriamo sia migliore ;-)

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Loading...