Discussione:
MENINGITE : QUELLO CHE I MEDIA NON DICONO ....
(troppo vecchio per rispondere)
ConsulenzeAlternative
2017-01-05 20:39:06 UTC
Permalink
Raw Message
Si definisce a "bassa incidenza" un Paese che ha "meno di 2 casi di meningite
meningococcica ogni 100 mila abitanti" in un anno.

Nel 2015 in Italia sono stati segnalati 196 casi di malattia invasiva da
meningococco con un’incidenza pari a 0,32 casi per 100.000 (dati Epicentro).
L’Italia si conferma quindi tra i Paesi a PIU’ BASSA INCIDENZA DI MENINGITE
meningococcica in Europa. Negli altri Paesi europei, con incidenze ben maggiori
delle nostre, non c’è nessuna emergenza meningite
(http://www.assis.it/la_meningite_in_toscana/).

Dal sito Epicentro: “In Italia, l'incidenza della meningite da meningococco è
minore rispetto al resto d'Europa: ogni anno vengono segnalati circa 200 casi,
pari a 3 casi ogni 1.000.000 abitanti rispetto ad una media europea di
14/1.000.000”.

E’ da sempre stato così con lievi oscillazioni che sembrano non seguire le
vaccinazioni anti meningite: da notare infatti che i casi di meningite
meningococcica risultano numericamente simili tra il 1998 (epoca pre-vaccinale)
e il 2013. Solo dal 2009-2010 il vaccino è offerto gratuitamente a tutti i nuovi
nati e solo dal 2012 è stato inserito nel Piano Nazionale Vaccinazioni.
Addirittura proprio dal 2012 si nota un nuovo aumento di casi da sierogruppo C
che risultano superiori ai casi della fine degli anni 90.

Da notare (vedi grafici articolo: http://www.assis.it/la-grande-paura-fat ...
i-2-parte/) che negli anni 2003-2005 abbiamo avuto molti più casi di meningite
da meningococco rispetto a quest’anno ma, non andando di moda conteggiare e
mettere in prima pagina ogni caso con titoli allarmanti, nessuna psicosi di
massa da meningite si è verificata.

«La meningite può essere determinata da diversi agenti batterici e virali, ha
una bassa contagiosità, ossia solo una piccola parte di chi viene a contatto con
l'infetto o il portatore si ammala a sua volta e quindi l'allarmismo delle
ultime settimane non è giustificato dal punto di vista sanitario». Carlo
Signorelli, presidente uscente della Società italiana di igiene (Siti) (5
Dicembre 2016);

_ Si definisce EPIDEMIA di meningite un’incidenza "superiore ai 100 casi ogni
100 mila" in un anno. Noi, come precedentemente scritto, siamo intorno a 0,3.
Chiunque vada a dire in giro che vi è una qualche epidemia di meningite in
Italia sta facendo una GRAVISSIMA DISINFORMAZIONE e PROCURATO ALLARME.

_ in Toscana negli anni 2015-2016 è stato riportato un lieve aumento di casi,
portando l’incidenza a 0,83 casi nel 2015 e ancor meno nel 2016. Siamo sempre
quindi ad un’incidenza BASSA (sempre ben al di sotto i 2 casi per 100 mila
abitanti che caratterizzano i paesi a bassa incidenza di meningite).

Ma non solo, IN TOSCANA DAL 2015, A DIFFERENZA DI TUTTE LE ALTRE REGIONI, SI E’
INIZIATO AD USARE UN TEST MOLECOLARE CHE DIAGNOSTICA IL TRIPLO DEI CASI RISPETTO
AI NORMALI ESAMI COLTURALI USATI NELLE ALTRE REGIONI. “E’ per questo che la
regione Toscana sembra avere 3 volte più casi rispetto alle altre regioni”.
Queste sono le inequivocabili parole di Chiara Azzari, responsabile centro di
immunologia pediatrica ospedale Meyer
http://www.adnkronos.com/2016/11/07/tes ... ayjMM.html

Lo dicono loro, quindi l’aumento di casi riportati, SOLO IN TOSCANA, è dovuto in
gran parte, se non totalmente, al test usato! E questo nessuno lo specifica nei
nostri media, tutti presi a far solo allarmismo e a spingere al vaccino come se
fossimo in piena epidemia di meningite e come se il vaccino fosse innocuo come
bere un bicchier d'acqua.

_ Cosa dicono le linee guida internazionali?
L’ American Academy of Pediatrics così si è espressa nel 2014: “la vaccinazione
di routine nei bambini in buona salute dai 2 mesi ai 10 anni non è raccomandata
in assenza di un incrementato e persistente rischio di malattia meningococcica.”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda la vaccinazione su larga scala
solo nei Paesi con tassi endemici alti (>10 casi/100.000 abitanti/anno) o
intermedi (2-10 casi/100.000 abitanti/anno) di malattia invasiva meningococcica.
Noi, ricordo ancora una volta, siamo un Paese a BASSA incidenza di malattia
meningococcica.

_ Chi sono i più colpiti?
“L'incidenza maggiore del virus si è registrata nella fascia di età 20-29 anni…
L'età media delle persone decedute è invece di 52 anni” Assessore regionale alla
Sanità, Stefania Saccardi
http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2016/12/28/news/meningite-in-toscana-28-casi-di-c-nel-2016-sei-i-morti-1.14628906

_ Il vaccino è efficace?
I dati parlano da soli. Nel 2016 in Toscana ci son stati 29 casi, 13 erano
vaccinati, il 45% quindi. La vaccinazione può offrire una protezione
individuale, può ridurre il rischio di contrarre la malattia, ma non funziona
per tutti e l’efficacia pare essere di breve durata.

Il vaccino coniugato contro il meningococco C ha mostrato un’efficacia nei
bambini del 97% entro un anno dalla vaccinazione, che diminuisce già al 68 %
dopo 1 anno.
Uno studio inglese afferma solo l’8-12% dei bambini che avevano completato il
ciclo vaccinale con 3 dosi avevano anticorpi protettivi a 4 anni.
(Borrow R et al. Antibody persistence and immunological memory at age 4 years
after meningococcal group C conjugate vaccination in children in the United
Kingdom. Journal of Infectious Diseases, 2002, 186: 1353–1357).

In un altro studio solo il 25% dei bambini vaccinati in età compresa tra 2 mesi
e 6 anni aveva anticorpi protettivi dopo 6 anni dall’inoculazione (Perrett K P
et al. Antibody persistence after serogroup C meningococcal conjugate
immunization of United Kingdom primary-school children in 1999–2000 and
responseto a booster: A phase 4 clinical trial. Clinical and Vaccine Immunology,
2010,50:1601–1610).

Per il vaccino antimeningite quadrivalente "Menveo" (valido per i gruppi A, C,
W135 e Y), l' immunogenicità verso il siero gruppo C è risultata essere del 73%
dopo un mese per ridursi al 53% 12 mesi dopo la vaccinazione nei bambini di 2-10
anni.

E anche il vaccino contro il meningococco B sembra essere poco efficace:
http://www.assis.it/vaccino-la-meningit ... -efficace/

_ Per quanto riguarda gli effetti collaterali di questi vaccini si rimanda alla
visione degli stessi bugiardini.

_ Come è la situazione in UMBRIA?
Si vorrebbe raccomandare il vaccino Men C anche in Umbria
(http://www.newtuscia.it/2016/12/19/peru ... linfanzia/) ma i dati (vedi tabella
sotto) parlano chiaro: l’umbria è tra le regioni in Italia con minor casi di
meningite in assoluto. Pare proprio che da noi la meningite sia veramente un
evento eccezionale.


fonte: Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non
Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica.
--
ConsulenzeAlternative® , By Marco Antolini
Opinionista e critico della Medicina Ufficiale
Naturopata & Consulente per lo sviluppo delle M.N.C.
Gestore del gruppo : it-alt.salute.tumori
www.mednat.org - www.zapcandida.com
Leonardo Serni
2017-01-06 11:32:03 UTC
Permalink
Raw Message
Ma non solo, IN TOSCANA DAL 2015, A DIFFERENZA DI TUTTE LE ALTRE REGIONI, SI E’
INIZIATO AD USARE UN TEST MOLECOLARE CHE DIAGNOSTICA IL TRIPLO DEI CASI RISPETTO
AI NORMALI ESAMI COLTURALI USATI NELLE ALTRE REGIONI. “E’ per questo che la
regione Toscana sembra avere 3 volte più casi rispetto alle altre regioni”.
Queste sono le inequivocabili parole di Chiara Azzari, responsabile centro di
immunologia pediatrica ospedale Meyer
http://www.adnkronos.com/2016/11/07/tes ... ayjMM.html
Sicuro che siano, non dico INEQUIVOCABILI, ma le parole di Chiara Azzari?

Hai provato a fare il test Google?

Prendi il virgolettato e lo metti virgolettato su Google. Vedi se trovi siti regolari o
i soliti quattro o cinque siti fuffa che si rimbalzano la stessa notizia.

Ecco qua:

http://bfy.tw/9JTO
Lo dicono loro, quindi l’aumento di casi riportati, SOLO IN TOSCANA, è dovuto in
gran parte, se non totalmente, al test usato! E questo nessuno lo specifica
Teoria interessante... ah no, scusa. E' una cazzata feroce.

Se fosse vero, dovrebbe stare succedendo una di queste cose (sentiti libero di aggiungere la
tua versione, eh: io non te lo impedisco, tanto sono sicuro che non ce la fai :-D :-D )

1) Si prende gente a caso per la strada e si sottopone al test. Il test dice che questi
hanno la meningite. Anziché dire "Ma siete matti? Io sto benissimo", questi poverini
si precipitano a fare il vaccino. Poi son tutti contenti perché la meningite non gli
viene.
Ehi, non è il sistema che usava Tullio Simoncini per il cancro? Cos'ha che non va?

2) C'è gente che sta male per qualcosa che non è meningite. Magari un'unghia incarnita.
Gli fanno il test, e il test (sbagliando) dice: "Meningite!".
Così questi poverini sono curati per la meningite; naturalmente la cura non fa nulla
contro l'unghia incarnita ma i malati si sentono meglio lo stesso... rido ora o vuoi
che aspetti più tardi?

3) C'è gente che sta male per qualcosa che E' meningite, ma nelle altre regioni il test
non direbbe "meningite" ma qualcos'altro. Che so: "raffreddore".
Sicché in Toscana li curano per la meningite, mentre altrove no.
"Eh, suo fratello è morto..." "NO!" "...di raffreddore." "Oh! Allora non è grave!"

Comunque, io non metto in dubbio le parole di Chiara Azzari. Però se permetti cerco conferma
da parte di un esperto.

Che ne dici della dottoressa Chiara Azzari? E' la responsabile del centro di immunologia del
Meyer. Forse ne hai sentito parlare.

http://www.meyer.it/index.php/newsletter/ottobre-2015/407-meningite-c-e-come-difendersi-ne-parla-l-immunologa-del-meyer-chiara-azzari

A proposito - il test che secondo le "inequivocabili parole" trova la meningite anche quando
non c'è...

...lo sai chi l'ha inventato? E' una immunologa del Meyer. Una certa... Azzetti... Azzori...
Azzeri... mannaggia, come si chiamava...

https://www.giannellachannel.info/2015/05/14/pediatra-immunologa-chiara-azzari-vara-test-meningite-piu-veloce-del-mondo-sensazionale-scoperta-meyer-firenze/

Oh, però allora c'hai i superpoteri! Riesci a equivocare le parole inequivocabili :-D
_ Il vaccino è efficace?
I dati parlano da soli. Nel 2016 in Toscana ci son stati 29 casi, 13 erano
vaccinati, il 45% quindi. La vaccinazione può offrire una protezione
individuale, può ridurre il rischio di contrarre la malattia, ma non funziona
per tutti e l’efficacia pare essere di breve durata.
Il vaccino coniugato contro il meningococco C ha mostrato un’efficacia nei
bambini del 97% entro un anno dalla vaccinazione, che diminuisce già al 68 %
dopo 1 anno.
Quindi meglio nulla?

Ottima logica, davvero :-D

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
=Catrame=
2017-01-06 13:24:00 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 06/01/2017 , su it.salute -
it.discussioni.misteri,it.discussioni.consumatori.tutela,it.salute ,
On Thu, 05 Jan 2017 21:39:06 +0100, ConsulenzeAlternative
Post by ConsulenzeAlternative
Ma non solo, IN TOSCANA DAL 2015, A DIFFERENZA
cut

LOL
consulenze si rivela per l'ennesima volta un cazzaro
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
ilChierico
2017-01-06 15:18:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
A proposito - il test che secondo le "inequivocabili parole" trova la meningite anche quando
non c'è...
....lo sai chi l'ha inventato? E' una immunologa del Meyer. Una certa... Azzetti... Azzori...
Azzeri... mannaggia, come si chiamava...
I ricercatori di quiel gioiello della pediatria che è il Meyer hanno
pensato così di non aspettare la crescita del germe, ma di cercare
direttamente nel campione di sangue o di liquor, il suo DNA.

Dopo aver letto per tre secondi queste tre righe mi sta venendo da
bestemmiare.

Veramente meglio che la smetta di leggere, oltre che di postare.

Ma questa qua, chi quazzo sarebbe? Lo sa persino un idiota che basta
osservare il colore del liquor per stabilire la gravita' dell'infezione,
che poi uno si metta a ricercare il DNA virale o batterico che, non mi
sembra una scoperta degna di essere neanche menzionata, specie se un
poveraccio deve intervenire di fretta e non ha neanche il tempo di
terminare il prelievo, visto che tanto se il paziente muore, quel che
succede ormai dipende sempre e solo dalla razza cui apparteneva il cadavere.

Perche' le razze non esistono, capisci? :-D

In ogni caso non avendo tempo ne' voglia, non capisco dove volevi andare
a parare. A me sembra assolutamente normale andarsi a cercare il
batterio o le sue tracce, ma quanto tempo ci impiega questa simpatica
dottoressa me lo vuoi dire, tanto per far finta di iniziare a capire
dove sta la verita' in questi link che hai citato?
Leonardo Serni
2017-01-06 20:53:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
I ricercatori di quiel gioiello della pediatria che è il Meyer hanno
pensato così di non aspettare la crescita del germe, ma di cercare
direttamente nel campione di sangue o di liquor, il suo DNA.
Dopo aver letto per tre secondi queste tre righe mi sta venendo da
bestemmiare.
Devi smettere di leggere i riassunti dei giornalisti :-)
Post by ilChierico
Ma questa qua, chi quazzo sarebbe? Lo sa persino un idiota che basta
osservare il colore del liquor per stabilire la gravita' dell'infezione,
che poi uno si metta a ricercare il DNA virale o batterico che, non mi
sembra una scoperta degna di essere neanche menzionata
Dal poco che ho trovato in giro, è una applicazione della PCR che riesce a identificare
il batterio anche in condizioni in cui, a volte, i vari test ordinari non riescono.

Il vantaggio sta nella velocità e nella economicità del test e funziona anche su fluidi
diversi dal liquor, che prelevarlo non è così facile come col sangue.
Post by ilChierico
specie se un poveraccio deve intervenire di fretta e non ha neanche il tempo di
terminare il prelievo
In quel caso lì, per il paziente non cambia nulla. Per chi gli è stato vicino però, può
cambiare parecchio iniziare la profilassi giusta subito, o iniziarne una sbagliata... o
iniziare quella giusta, ma dopo tre giorni.

E se il paziente ha una settimana a disposizione, anche in quel caso non cambia nulla.

Nei casi intermedi, il nuovo test funziona - e quell'altro è troppo lento. Mi pare già
un risultato apprezzabile. Le righe che ho letto io sono queste:

Non richiedono apparecchiature particolari, solo semplici macchine di cui ogni
laboratorio dispone. Ogni laboratorio potrebbe scoprire, in 30 minuti, qual è
il germe che sta causando una meningite o una sepsi e iniziare rapidissimamente
le procedure di profilassi, se necessarie
Post by ilChierico
In ogni caso non avendo tempo ne' voglia, non capisco dove volevi andare
a parare. A me sembra assolutamente normale andarsi a cercare il
batterio o le sue tracce, ma quanto tempo ci impiega questa simpatica
dottoressa me lo vuoi dire, tanto per far finta di iniziare a capire
dove sta la verita' in questi link che hai citato?
Era scritto appunto nel secondo link - ma dove andavo a parare io era che il Consulenze
Alternative postava corbellerie.

Però anche a me ormai ciò sembra assolutamente normale :-D

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
ilChierico
2017-01-06 23:37:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Devi smettere di leggere i riassunti dei giornalisti :-)
No guarda, per quel poco di esperienza che ho, difendo anche se non
riesci a capire la mia esperienza clinica e la mia tesi di ricerca in
cinque secondi su PubMed.

I vaccini che abbiamo non sono del tutto efficaci, se ti leggi gli
abstract in inglese che ho postato, tutta questa manfrina della
dottoressa Sarcazzo serve solo a ricercare i nuovi antigeni.

Poi se sei convinto di tutto quel che leggi, beato te.

Ma non mi interessa piu', e leggiti pure qui sotto, e ridi, se puoi.

Per il resto me ne vado sbattendo la porta, ho trovato due persone che
sono dimolto peggio di chiunque, compreso Toby Burns o comunque si
faccia chiamare, e mi costringono a chiedergli scusa perche' alla fine
sono almeno in quattro, quelli che andrebbero incoronati come utenti
piu' cretini di Usenet.

Due li avevo gia' trovati, un altro paio stanno ad una o due incollature
ma non sono cosi' cretini, pero' fra rootkit, il suo degno compare e
qualche altro, qui su it.discussioni.consumatori.tutela non gliela
faccio piu', e vedo che e' difficile discutere di cose serie pure con
te, con tutta la pazienza che hai dimostrato.

A questo ti porta certa gentaglia!
Leonardo Serni
2017-01-07 10:08:43 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
Post by Leonardo Serni
Devi smettere di leggere i riassunti dei giornalisti :-)
No guarda, per quel poco di esperienza che ho, difendo anche se non
riesci a capire la mia esperienza clinica e la mia tesi di ricerca in
cinque secondi su PubMed.
I vaccini che abbiamo non sono del tutto efficaci
E quindi li usiamo, perché sono meglio che NIENTE, e intanto cerchiamo di trovarne
di migliori. Non vedo cosa tu voglia concludere.
Post by ilChierico
tutta questa manfrina della dottoressa Sarcazzo serve solo a ricercare i nuovi antigeni.
Sì - in effetti l'avevo sospettato fin dal titolo dell'articolo. Raramente un test
ha efficacia curativa: è per quello che lo si chiama "test" e non "cura".
Post by ilChierico
Poi se sei convinto di tutto quel che leggi, beato te.
Calma, calma. Secondo me tu stai facendo un mischione fra quello che ho detto io -
che, per esempio, ho più volte anche io ricordato che i vaccini non sono del tutto
efficaci, né lo sono tutti ogni volta, né lo sono tutti per sempre - e quello che,
invece, ha detto qualcun altro che magari io non so perché seguo da IDM, e non dai
gruppi in crosspost.

Il mio intervento da cui è scaturita questa tua, era solo diretto a mostrare come,
appunto, la tesi del buon "Consulenze Alternative" fosse basata su un misto di non
avere capito quel poco che aveva letto, e di pura e semplice malafede.

Poi possiamo anche fare un discorso diverso, tipo discutere sull'opportunità della
vaccinazione antimeningite a tappeto (spoiler: sono contrario) o sul ruolo giocato
dai "mass media".

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Loading...