Discussione:
Vaccini, tutti i falsi miti e le fake news . E le risposte degli esperti
(troppo vecchio per rispondere)
=Catrame=
2017-03-18 15:51:48 UTC
Permalink
Raw Message
Dall’autismo come effetto collaterale ai complotti delle aziende del
farmaco. Ecco le tesi false e la loro smentita

Nella testa di chi dice no alle vaccinazioni si rincorrono luoghi
comuni e timori infondati. Un conto però sono le proprie paure, un
altro le verità scientifiche incontrovertibili. Da conoscere e
ricordare, per fare la cosa giusta. Roberto Burioni, virologo
dell’ospedale San Raffaele e autore del libro «Il vaccino non è
un’opinione» smonta le convinzioni che spingono sempre più genitori a
non proteggere i propri bimbi.

È l’argomento che chi vuole boicottare le vaccinazioni ripete come un
mantra. Ma lo fa senza tenere conto delle statistiche: «Gli effetti
collaterali gravi sono rarissimi: il più frequente è una violenta
reazione allergica chiamata anafilassi che si verifica in meno di un
caso su un milione e si risolve senza danni se c’è un medico presente —
spiega il virologo Roberto Burioni — . Malattie come il morbillo
causano invece conseguenze gravi e irreversibili in un caso su mille».

Il vaccino contro il morbillo causa l’autismo
Visto l’aumento del 230 per cento dei casi di morbillo negli ultimi
mesi questa convinzione deve avere avuto presa. Burioni è categorico:
«Non esiste alcuna relazione tra vaccinazioni e autismo, che ha basi
genetiche e con tecniche adeguate può essere diagnosticato ben prima
della vaccinazione».

I vaccini sono inutili perché le malattie sono scomparse
Chi lo pensa non sa che l’unica malattia scomparsa (grazie al vaccino)
è il vaiolo: «E infatti contro questa infezione non ci vacciniamo più —
rimarca Burioni —. Ma agenti pericolosissimi, come quelli che causano
la difterite e la poliomielite, sono ancora diffusi in molti Paesi e in
mancanza di un’adeguata copertura vaccinale potrebbero tragicamente
ritornare. L’ultima epidemia di poliomielite in Europa si è verificata
nel 1992 proprio in una comunità olandese che rifiuta le vaccinazioni,
a riprova di quanto sia importante non abbassare la guardia»

I vaccini sono un complotto delle multinazionali
Di conseguenza i medici pro vaccinazioni vengono spesso accusati di
essere al servizio di Big Pharma. «In realtà nel 2015 tutti i vaccini
messi insieme hanno fatturato in Italia 318 milioni di euro — scandisce
Burioni —. I farmaci per l’epatite C, causata da un virus contro il
quale purtroppo non abbiamo un vaccino, da soli oltre 1700 milioni di
euro. È stato calcolato che per ogni euro speso in vaccino se ne
risparmiano 20 in spese farmaceutiche, per cui chi non vaccina il
proprio figlio promuove gli interessi delle multinazionali in maniera
molto efficace».

I vaccini vengono somministrati troppo presto
È l’incubo di ogni mamma. «Ma alcune infezioni, come la pertosse o la
meningite da emofilo, sono particolarmente gravi nel primo periodo di
vita. Di qui l’importanza di non rimandare — spiega Burioni —. Non solo
i vaccini non indeboliscono il sistema immunitario, ma lo rendono più
efficiente stimolandolo nel modo più naturale possibile e preservandolo
da danni che possono essere molto pericolosi. Ritardare le vaccinazioni
non offre nessun vantaggio, mentre lascia aperta la porta ad agenti
patogeni estremamente pericolosi».

Io voglio essere libero di decidere se vaccinare mio figlio
È una presa di posizione che non tiene conto della cosiddetta immunità
di gregge. «Se tutti i bambini vengono vaccinati, gli agenti infettivi
non riescono a circolare — ricorda il virologo —. Così vengono protetti
anche i bambini troppo piccoli per essere vaccinati, coloro che non
hanno risposto al vaccino (nessuno è efficace al 100%) e soprattutto i
pazienti che non si possono vaccinare, magari perché stanno combattendo
un tumore dell’infanzia. Vaccinare i propri figli non è dunque solo un
atto di protezione individuale, ma soprattutto un atto di
responsabilità sociale, in grado di proteggere i più deboli e i più
sfortunati. Per questo non si può invocare la libera scelta».
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
LoStaff .
2017-03-18 16:59:27 UTC
Permalink
Raw Message
Dall’autismo come effetto collaterale ai complotti delle aziende del
farmaco. Ecco le tesi false e la loro smentita
bravo fotocopiatore .
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
=Catrame=
2017-03-18 17:31:56 UTC
Permalink
Raw Message
Addì 18/03/2017 , su it.salute - it.salute , l'utente *LoStaff .* (
Post by LoStaff .
Dall’autismo come effetto collaterale ai complotti delle aziende del
farmaco. Ecco le tesi false e la loro smentita
bravo fotocopiatore .
detto dal re del copiancolla e ruffiano di assassini ....
--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
Carlo Binaco
2017-03-18 18:03:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Dall’autismo come effetto collaterale ai complotti delle aziende del
farmaco. Ecco le tesi false e la loro smentita
bravo fotocopiatore .
ma è la verità e i fatti sono che il morbillo sta dilagando e se non si
ripristinano le vaccinazioni a tutti sarà un disastro.

Loading...