Discussione:
" LA SCIENZA NON E' DEMOCRATICA " ROTFL .
(troppo vecchio per rispondere)
LUOGOCOMUNE.NET
2017-07-26 19:26:58 UTC
Permalink
Raw Message
Quante volte abbiamo sentito dire questa frase in tv riguardo ai
vaccini, oppure da qualcuno che lo ripeteva come un mantra? Ma cosa
significa esattamente? Vorrebbe per caso dire che un fatto provato
rimane tale anche se non è accettato dal popolo? Detta così potrebbe
sembrare ragionevole.

Ovviamente tutto ruota intorno al concetto di scienza e cosa esattamente
voglia dire.

Citando un celebre filosofo diciamo cosa non è la scienza: ”La scienza
non è un insieme di asserzioni certe, o stabilite una volta per tutte, e
non è neppure un sistema che avanzi costantemente verso uno stato
definitivo. La nostra scienza non è conoscenza: non può mai pretendere
di aver raggiunto la verità, e neppure un sostituto della verità come la
probabilità” (Karl Popper, Logica della scoperta scientifica).

Dovrebbe essere scontato ma bisogna qui ricordare che “la scienza” è un
concetto astratto, non esiste se non nella mente degli uomini.

Purtroppo sempre più spesso si commette l’errore di indentificare con
“la scienza” con “la comunità scientifica”, o più maliziosamente
qualcuno vorrebbe farlo credere. Ma “la comunità scientifica” a sua
volta è un altro concetto astratto, perché anch’essa non esiste; esiste
un numero imprecisato di scienziati con le più diverse opinioni, basate
tutte su concetti scientifici, chi più chi meno.

Chiarito il fatto che “la scienza” non scrive le sue leggi sulla pietra,
cerchiamo di capire in particolare nella “scienza medica” cosa significa
una “verità scientifica”.

Il metodo scientifico, su cui gli scienziati si basano, prevede
l’osservazione del fenomeno e la sua ripetibilità con un esperimento.

Il medico (scienziato?) tuttavia osserva un essere umano che per
definizione è un essere unico e irripetibile in un laboratorio, quindi
già qui dovremmo cominciare a domandarci quanto un medico possa mai
essere uno scienziato.

In ogni caso la comunità medica (scientifica?) si è data delle regole
proprie per misurare l’“autorevolezza” (concetto che poco si sposa con
l’idea di oggettività che siamo abituati a confondere con “scienza”) di
una determinata ricerca rispetto ad un'altra.

Nel mondo delle pubblicazioni scientifiche, per misurare la prolificità
e l'impatto scientifico di un autore, si utilizzano tre numeri:

- Il primo è il numero di citazioni dirette ricevute negli studi altrui,
cioè quante volte gli studi di quello scienziato/autore vengono citati e
referenziati nelle pubblicazioni, anch’esse accreditate, di altri autori.

- Il secondo numero è l' “i10-index” e rappresenta il numero di
pubblicazioni accreditate che hanno al loro interno almeno 10 citazioni
degli studi dello scienziato/autore.

- Il terzo numero è il più indicativo, e il più difficile da calcolare:
l’“Indice H” o “Indice di Hirsch” si basa contemporaneamente sul numero
di citazioni e sul numero di pubblicazioni: indica quant’è il massimo
numero H per autore, con H pubblicazioni che abbiano ciascuna al proprio
interno almeno H citazioni degli studi dello scienziato/autore.

Per andare sul pratico, prendiamo 3 soggetti coinvolti nel dibattito sui
vaccini: il Professor Yehuda Shoenfeld, il padre della ricerca sulle
malattie autoimmunitarie, spesso citato come fonte autorevole dai
free-vax; il Professor Roberto Burioni, l’esperto che vediamo sempre in
tv e che sponsorizza senza se e senza ma il recente decreto Lorenzin sui
vaccini; il Dottor Salvo Di Grazia, ginecologo, noto per il suo sito
Medbunker, su cui si impegna ad attaccare qualsiasi tipo di dubbio
riguardo alle pratiche mediche “ufficiali”, o qualsiasi terapia
alternativa a quelle ufficiali.

Ecco i loro punteggi:

Professor Yehuda Shoenfeld
Citazioni: 78584
i10-index: 1146
Indice H: 121
FONTE: https://scholar.google.com/citations?user=IemDEYcAAAAJ

Professor Roberto Burioni
Citazioni: 2567
i10-index: 61
Indice H: 27
FONTE: https://scholar.google.com/citations?user=vqt8XYMAAAAJ

Dottor Salvo Di Grazia
Citazioni: 0
i10-index: 0
Indice H: 0
Fonte: Nessun link, non risulta proprio su Google Scholar.

Secondo le stesse regole che si è data la comunità scientifica, quindi,
a chi dovremmo dare retta?

La cosa più paradossale, di cui chi è arrivato fin qui ormai dovrebbe
essersi accorto, è che in realtà “la scienza”, definita come è stata
dalla comunità scientifica, somiglia pericolosamente a una moda.

Paradossalmente, rispetto al titolo dell’articolo, “la scienza” sembra
avere dei tratti “democratici” nel senso che citando gli autori gli si
conferisce “autorità” scadendo in un preoccupante “benpensantismo”,
“rigorosamente” scientifico.

In altre parole, un’idea scientifica in realtà è una moda (o
convinzione) fatta dal consenso degli addetti ai lavori e non dal popolo
(forse è quello il vero senso della frase “la scienza non è democratica”?)

E a questo punto sarebbe lecito anche domandarsi cosa significhi radiare
un medico che la pensa diversamente (o almeno questo ci hanno fatto
credere) dal pensiero dominante, dalla moda del momento.

La storia, tragicamente, si ripete, sempre.

***

Nota: Questo articolo chiarisce il pensiero del Professor Yehuda
Shoenfeld in merito ai vaccini :
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/27/vaccini-e-autoimmunita-le-affermazioni-del-dr-yehuda-shoenfeld/4902


LUOGOCOMUNE.NET
--
LoStaff - ***@luogocomune.net
marmellata23
2017-07-27 02:40:04 UTC
Permalink
Raw Message
On Wed, 26 Jul 2017 21:26:58 +0200
Post by LUOGOCOMUNE.NET
Ovviamente tutto ruota intorno al concetto di scienza e cosa
esattamente voglia dire.
<megacut>

Una delle caratteristiche della scienza e' che essa si applica a
fenomeni e loro interpretazioni che debbano essere "riproducibili". Per
dare il senso del disastro che si sta palesando nel cosiddetto mondo
scientifico e della scienza medica in particolare e' che gli studi che
vengono pubblicati sulle riviste specializzate si e' visto che mancano
di riproducibilita' in circa il 90 per cento dei casi. Il consenso
scientifico viene a perdere cosi' ogni dignita' e autorevolezza: e'
qualcos'altro, sara' marketing, giochi di potere ma non e' scienza
neanche secondo la sua definizione astratta. Siamo nel regno della
disinformazione totale: occorre ripartire dalle fondamenta. Io accordo
fiducia solo a cio' che posso corroborare direttamente con la mia
esperienza personale.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Leonardo Serni
2017-07-27 16:01:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
neanche secondo la sua definizione astratta. Siamo nel regno della
disinformazione totale: occorre ripartire dalle fondamenta. Io accordo
fiducia solo a cio' che posso corroborare direttamente con la mia
esperienza personale.
Eppure, considera la prima volta che ti viene un infarto. Non hai - per
definizione: è la prima volta! - esperienza di infarto.

Non c'è niente che tu possa corroborare con la TUA esperienza. Facciamo
l'ipotesi che neanche nessuno dei tuoi amici e parenti possa farlo, per
loro fortuna.

Ritieni quindi egualmente affidabili e ti affideresti con ugual fiducia
(o sfiducia) a:

- la terapia proposta da un valente cardiologo
- la terapia proposta da uno che scrive su Internet (così
a titolo d'esempio le bevute di piscio - pardon, volevo
dire "il cocktail urino-terapico" - di J.P.Vanolì)
- la terapia 100% naturale, bio, proposta da uno stregone
della Papuasia.
- la terapia 100% naturale, bio, proposta da uno stregone
della Guinea Bissau.
- cataplasmi di merda di vacca mista a fango del Gange in
ossequio alla tradizione di più del 10% del pianeta, in
popolazione;
- niente. "Ciò che non uccide rende più forti" (Kahless).

E' esatta la mia sensazione che pur non accordandogli fiducia, faresti
ugualmente visita al valente cardiologo? :-D

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
ilChierico
2017-07-29 13:55:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Eppure, considera la prima volta che ti viene un infarto. Non hai - per
definizione: è la prima volta! - esperienza di infarto.
Non c'è niente che tu possa corroborare con la TUA esperienza. Facciamo
l'ipotesi che neanche nessuno dei tuoi amici e parenti possa farlo, per
loro fortuna.
Esempio sbagliato.

Di solito al primo infarto, senza qualcuno che te lo diagnostica, puoi
credere a qualsiasi idiozia ti passi per la testa, salvo capire di aver
avuto un infarto.

E senza un elettrocardiogramma e qualcuno in grado di interpretarlo vai
anche al Creatore prima di avere la possibilita' di fare una telefonata.

Al secondo infarto la percentuale di sopravvivenza e' maggiore anche in
assenza di aiuti dall'esterno, perche' il paziente ha coscienza del suo
stato e dei segni e sintomi che presenta.

Augh! Ho detto (mica le ho dette io queste quazzate) O;-)
Otorrone
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
Post by Leonardo Serni
Eppure, considera la prima volta che ti viene un infarto. Non hai - per
definizione: è la prima volta! - esperienza di infarto.
Non c'è niente che tu possa corroborare con la TUA esperienza. Facciamo
l'ipotesi che neanche nessuno dei tuoi amici e parenti possa farlo, per
loro fortuna.
Esempio sbagliato.
È vero, anche la passera non è democratica, anche se per la
maggioranza delle volte mi garberebbe di tromballa, non mela da
mai...o quasi.
--
E' solo un attimo
Leonardo Serni
2017-07-29 15:39:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
Post by Leonardo Serni
Eppure, considera la prima volta che ti viene un infarto. Non hai - per
definizione: è la prima volta! - esperienza di infarto.
Non c'è niente che tu possa corroborare con la TUA esperienza. Facciamo
l'ipotesi che neanche nessuno dei tuoi amici e parenti possa farlo, per
loro fortuna.
Esempio sbagliato.
Di solito al primo infarto, senza qualcuno che te lo diagnostica, puoi
credere a qualsiasi idiozia ti passi per la testa, salvo capire di aver
avuto un infarto.
E senza un elettrocardiogramma e qualcuno in grado di interpretarlo vai
anche al Creatore prima di avere la possibilita' di fare una telefonata.
Questa tua è una posizione non democratica! So da fonte sicura - lo dice
Mazzucco - che si può anche consultare Wikipedia, o meglio ancora, usare
la funzione "Mi sento fortunato" di Google e andare su qualche forum.

<grin>

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
ilChierico
2017-08-03 07:37:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Questa tua è una posizione non democratica! So da fonte sicura - lo dice
Mazzucco - che si può anche consultare Wikipedia, o meglio ancora, usare
la funzione "Mi sento fortunato" di Google e andare su qualche forum.
Fai pure.

La luna e' una severa maestra, scrisse qualcuno. Anche la vita reale, ma
IRL hai una sola possibilita' O:-)
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Raw Message
Dovrebbe essere scontato ma bisogna qui ricordare che ?la scienza? è un
concetto astratto, non esiste se non nella mente degli uomini.
Se Lascienza fosse un concetto astratto la gente non gli darebbe
peso. Risponderebbe con un bel: chi cazzo è Lascienza?


Che cos'è dunque Lascienza?

Lascienza è un dio geloso e autoritario.
Geloso perché non tollera che siano adorati altri dei all'infuori
di lui.
Autoritario perchè, come ci racconta il favolista Burioni,
Lascienza non è democratica.
Ovvero Lascienza è il frutto della reiterazione del vecchio
monoteismo cattolico.

E ha anche una sua trinità.
Abbiamo Lascienza come Padre, Leuropa come Figlio mandato da
Lascienza che ci parla e ci dice come ottenere la Salvezza. Come
Spirito potremmo considerare Labce, che discende tra noi
sottoforma di Quantitative Easing per darci le giuste energie per
obbedire a Leuropa che fa la volontà di Lascienza.

Meraviglia qualcuno che il Vaticano si stia riposizionando a
favore del nuovo dio geloso e autoritario?


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bob Torello
cattolico.
E ha anche una sua trinità.
Qua potete notare presenza del simbolo principe del nuovo monoteismo.
Loading Image...

Che svela la sua natura infantilizzante/matriarcale.


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Leonardo Serni
2017-07-27 16:06:02 UTC
Permalink
Raw Message
On Thu, 27 Jul 2017 09:31:27 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Lascienza è un dio geloso e autoritario.
Geloso perché non tollera che siano adorati altri dei all'infuori
di lui.
Autoritario perchè, come ci racconta il favolista Burioni,
Lascienza non è democratica.
Ovvero Lascienza è il frutto della reiterazione del vecchio
monoteismo cattolico.
Perché proprio quello cattolico? Potrebbe essere quello islamico: dopotutto
la medicina nasce assai prima nel mondo islamico che in quello cristiano, e
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".

E detto tra noi, quanto a gelosia e autoritarietà, non è che Allah abbia un
granché da imparare da nessuno, eh... come anche Yahvé: era uno che per una
mela ti scatenava un'ira di Dio!

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
ilChierico
2017-08-03 07:55:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".
Ehm, no.
Paperino
2017-08-03 08:30:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
Post by Leonardo Serni
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".
Ehm, no.
In effetti la Treccani preferisce la traslitterazione
"al kuhul", ma magari Leo se la stava tenendo per dopo... O:-)

Bye, G.
Leonardo Serni
2017-08-03 08:53:01 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Paperino
Post by ilChierico
Post by Leonardo Serni
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".
Ehm, no.
In effetti la Treccani preferisce la traslitterazione
"al kuhul", ma magari Leo se la stava tenendo per dopo... O:-)
Grrrr... euh, cioè, volevo dire: ma no? Non lo sapevo.

Comunque penso che ilChierico si riferisse al fatto che oggigiorno per
disinfettarsi si usano altre sostanze, tipo il cloruro di benzalconio,
che hanno alcuni vantaggi pratici.

Il mio discorso originale però, di cui quello era solo un esempio, era
che
Post by Paperino
la medicina nasce assai prima nel mondo islamico che in
quello cristiano
Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
ilChierico
2017-08-03 20:12:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Comunque penso che ilChierico si riferisse al fatto che oggigiorno per
disinfettarsi si usano altre sostanze, tipo il cloruro di benzalconio,
che hanno alcuni vantaggi pratici.
Si usava anche prima, diciamo che oggi l'alcol viene piu' spesso usato
dai batteri per farsi la doccia quando tornano a casa dal lavoro :-)
Post by Leonardo Serni
Post by Leonardo Serni
la medicina nasce assai prima nel mondo islamico che in
quello cristiano
I quali a loro volta rubavano a piene mani dalla cultura e dalla
tradizione indiana, chiudendo il cerchio.

GMG
2017-08-03 09:13:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Perché proprio quello cattolico? Potrebbe essere quello islamico: dopotutto
la medicina nasce assai prima nel mondo islamico che in quello cristiano, e
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".
Scusa se ci faccio una chiosa...

i musulmani non possono bere "al-kohol"
per questo ne hanno inventato usi alternativi

i cristiani invece lo posso bere (l'"al-kohol")
per questo hanno sempre pensato che fosse
grave buttarlo qua e là invece che sorbirlo...

"a tutto c'è una spiegazione!" (cit. *)





















*:
lo disse qual prete che ad un ritiro per coppie anziane
vedeva una coppia marito/moglie 70enne che si scambiavano
continuamene affettuosità, bacini, carezze
e si chiamavano "amore mio" "mio tesoro" eccetera
alla fine del ritiro venne a sapere che erano due ex-single
che si erano sposati la settimana prima!
a quel punto, il prete, esclamo!:
"a tutto c'è una spiegazione!"
Leonardo Serni
2017-08-03 11:54:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GMG
Post by Leonardo Serni
Perché proprio quello cattolico? Potrebbe essere quello islamico: dopotutto
la medicina nasce assai prima nel mondo islamico che in quello cristiano, e
tutt'oggi ci si disinfetta con l' "al-kohol".
Scusa se ci faccio una chiosa...
i musulmani non possono bere "al-kohol"
per questo ne hanno inventato usi alternativi
Non proprio. L'Islam comanda di più - e di meno. Infatti non è proibito solo
il vino, ma *qualunque* sostanza intossicante (5:90). E se uno è intossicato
contro la propria volontà (che ne so: ha respirato vapori), non è peccato ma
è ritualmente impuro, e non può quindi avvicinarsi alla preghiera (4:43).

Però, l'uso non "ricreativo" dell'alcool è perfettamente legittimo. Resta un
certo livello di perplessità circa l'uso di alcuni anestetici oppiacei; però
Allah oltre che misericordioso e compassionevole è pure ragionevole (2:219),
e vi sono casi in cui l'utilità supera il peccato.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Bowlingbpsl
2017-07-28 07:18:54 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bob Torello
Lascienza non è democratica.
Dimostra codesta tua affermazione.


Fabrizio < LARGE EVIL GRIN >
Yersinia
2017-07-29 14:39:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bowlingbpsl
Post by Bob Torello
Lascienza non è democratica.
Dimostra codesta tua affermazione.
Non si vota.
GMG
2017-08-03 08:52:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bob Torello
Dovrebbe essere scontato ma bisogna qui ricordare che ?la scienza? è un
concetto astratto, non esiste se non nella mente degli uomini.
Se Lascienza fosse un concetto astratto la gente non gli darebbe
peso. Risponderebbe con un bel: chi cazzo è Lascienza?
Che cos'è dunque Lascienza?
Lascienza è un dio geloso e autoritario.
Geloso perché non tollera che siano adorati altri dei all'infuori
di lui.
Autoritario perchè, come ci racconta il favolista Burioni,
Lascienza non è democratica.
Ovvero Lascienza è il frutto della reiterazione del vecchio
monoteismo cattolico.
E ha anche una sua trinità.
Abbiamo Lascienza come Padre, Leuropa come Figlio mandato da
Lascienza che ci parla e ci dice come ottenere la Salvezza. Come
Spirito potremmo considerare Labce, che discende tra noi
sottoforma di Quantitative Easing per darci le giuste energie per
obbedire a Leuropa che fa la volontà di Lascienza.
Meraviglia qualcuno che il Vaticano si stia riposizionando a
favore del nuovo dio geloso e autoritario?
----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Cioè per 100 anni avete detto che non esiste Dio
perché non è dimostrabile scientificamente
ed avete dato una nulla fede a Dio e un grande
fede alla Scienza ed adesso che vi site accorti
che la Scienza tradisce più di Dio cercate di ribaltare
la frittata?!

Ah! beh! non mi ero accorto che lo ha scritto
il "profeta" della sventure greche...
cioè uno che non ne azzecca una, mai.
Yersinia
2017-07-27 11:02:53 UTC
Permalink
Raw Message
LUOGOCOMUNE.NET, notissima rivista scientifica, ha scritto il
26/07/2017 alle 21:26:

<...cuttone di chiacchiere inutili...>
Post by LUOGOCOMUNE.NET
Nota: Questo articolo chiarisce il pensiero del Professor Yehuda
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/27/vaccini-e-autoimmunita-le-affermazioni-del-dr-yehuda-shoenfeld/4902
Pacchiano esempio di disinformazione ottenuta
estrapolando frammenti a piacere. Chissà come mai si prendono la
briga di attaccare pezzi di immagini invece di link o articoli
completi. Hanno paura che qualcuno vada a leggersi tutto?

Ovviamente nessun medico di una qualche reputazione si sognerà mai
di affermare che un qualunque farmaco sia privo di effetti
collaterali. Sono scritti nero su bianco sui bugiardini, basta
mettergli quelli davanti al naso.

Fanno eccezione pseudofarmaci che non hanno effetti di alcun tipo,
come quelli omeopatici, che sono sostanzialmente acqua purissima e
costituiscono, per chi ci crede, un ottimo placebo. Ovviamente non
hanno bisogno di bugiardini più del Barolo o del Sangiovese.

Shoenfeld studia ottimamente alcuni effetti collaterali dei vaccini,
come molti altri studiano effetti collaterali di ogni farmaco, in
barba ai gomblotti di Bigpharma. Da qui però vacciniDISinforma
vorrebbe dare ad intendere che Shoenfeld sia contrario ai vaccini,
cosa del tutto falsa. Come dire che chi studia gli effetti
collaterali dell'aspirina si oppone al suo utilizzo.

Se, invece di limitarsi a quello che vacciniDISinforma ha
sapientemente ritagliato, si risale direttamente a
quello che hanno scritto Shoenfeld e colleghi, la musica cambia
parecchio.

Un esempio a caso:
https://www.nature.com/nrrheum/journal/v5/n11/full/nrrheum.2009.196.html

L'abstract inizia così:
"Vaccines have been used for over 200 years and are *the most
effective way* of preventing the *morbidity and mortality*
associated with infections."

Poi prosegue a presentare lo studio degli effetti collaterali, che
scienziati di quel calibro non si sognerebbero mai di negare.

Qualche "scienziato" di vaccinidisinforma o luogocomune ha fatto uno
studio comparativo tra i morti di vaiolo e i morti di vaccino
antivaiolo? No? Strano, di solito sono così rigorosi. Stanno sempre
a strillare che mancano studi scientifici a sostegno delle tesi
altrui, ma loro si accontentano di ritagli di photoshop e di siti di
squinternati.
GMG
2017-08-03 09:06:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Yersinia
LUOGOCOMUNE.NET, notissima rivista scientifica, ha scritto il
<...cuttone di chiacchiere inutili...>
Post by LUOGOCOMUNE.NET
Nota: Questo articolo chiarisce il pensiero del Professor Yehuda
http://www.vacciniinforma.it/2016/12/27/vaccini-e-autoimmunita-le-affermazioni-del-dr-yehuda-shoenfeld/4902
Pacchiano esempio di disinformazione ottenuta
estrapolando frammenti a piacere.
Quale "estrapolazione" ?

In realtà gli "estrapolatori" o "cherry picking"
https://it.wikipedia.org/wiki/Cherry_picking

sono pochi, tutti gli altri sono semplicemente
dei loro seguaci è cioè persone che non
sono in grado di leggere più di 3 4 righe
di fila senza perdersi nella loro ben mantenuta
ignoranza...

in questo ng ad esempio ci sono seguaci cronici
di estrapolatori che non si sono nemmeno mai
accorti di seguire "estrapolatori"...

pensa te come siamo messi!
Loading...