Discussione:
Sciacallaggio mediatico dei Media e della stampa di regime nel caso bimbo morto.
(troppo vecchio per rispondere)
LoStaff .
2017-06-25 14:07:26 UTC
Permalink
Raw Message
Considerato che il Decreto Legge Lorenzin sulle vaccinazioni obbligatorie
prevede un ulteriore passaggio in Commissione Bilancio, la stessa da dove
giungono critiche circostanziate alla relazione tecnica del governo che non
prevede oneri aggiuntivi dalla messa su strada del decreto e svela tra l’altro
coperture allegre per fornire gratuitamente gli 8 farmaci in più, al fine di
assicurare lauti guadagni alle industrie del farmaco, anziché esprimere la
vicinanza al dolore di una famiglia, i soliti sciacalli hanno cavalcato la
notizia pur di pubblicizzare un decreto folle che, tra l’altro, non terrebbe fin
qui conto di almeno cinque punti dolenti:

- primo > non sono stati fatti i conti se le dosi di vaccino per raggiungere la
copertura del 95% per le quattro classi vaccinali individuate dal 2001 ad oggi
siano approvvigionabili senza ulteriori costi per lo Stato;

- secondo > non sono stati calcolati gli aggravi retributivi in termini di
straordinari per le segreterie delle scuole che dovranno gestire i rapporti con
le famiglie quando entro il 10 luglio chiederanno i certificati vaccinali per
riscontrarli, e per il personale dei Servizi di Igiene Asl, medico,
infermieristico ed amministrativo chiamato a vaccinare chi ancora non lo aveva
fatto;

- terzo > non sono state fatte previsioni di alcun genere sugli indennizzi che
chiederanno le famiglie a seguito di danni permanenti a seguito di effetti
avversi delle vaccinazioni obbligatorie;

- quarto > non è stato inserito l’aggravio costituito dall’incremento dei minori
stranieri non accompagnati, i giovani immigrati saliti da 5489 del 2015 a 7546
del 2016 e ancora in crescita che dovranno fare tutte le vaccinazioni previste
per le rispettive classi di età;

- quinto > non è stato previsto il costo della formazione dei docenti che
dovranno fare educazione sanitaria nelle scuole.

Inoltre, sarà una coincidenza o una beffa del destino, la notizia del piccolo
Giuseppe (il bimbo morto) è uscita subito dopo che la Corte di Giustizia UE
aveva stabilito che il difetto di un vaccino e il nesso di causalità tra l’uso
di questo e una malattia possono essere provati con un complesso di ”indizi
gravi, precisi e concordanti“.
Una vera batosta per coloro che fino ad oggi hanno spudoratamente censurato
migliaia di casi di danni da vaccino, sostenuti da prove inconfutabili, nelle
aule giudiziarie italiane, con la complicità di CTU corrotti e asserviti alle
industrie del farmaco.

In particolare, rileva la Corte di Giustizia UE “la prossimità temporale tra la
somministrazione del vaccino e l’insorgenza di una malattia, l’assenza di
precedenti medici personali e familiari della persona vaccinata e l’esistenza di
un numero significativo di casi registrati di comparsa di tale malattia a
seguito di simili somministrazioni possono eventualmente costituire indizi
sufficienti a formare una simile prova“.

Dopo la stratosferica bugia dell’epidemia a Gardaland, prontamente smentita dal
parco divertimenti più famoso d’Italia, e la batosta della Corte di Giustizia
UE, serviva quindi un caso mediatico molto forte per distrarre la popolazione,
colpirla emotivamente, creare divisione nella massa, pur di far apparire
necessario un decreto folle e vergognoso; ma gli è andata male nuovamente,
perché ancora oggi moltissime famiglie sono scese nuovamente in piazza, da Nord
a Sud, per manifestare il loro dissenso al decreto e alla strumentalizzazione
mediatica del caso del piccolo Giuseppe.

Per questo chiudiamo l’articolo condividendo il contenuto di una giornalista
freelance, Patrizia Miotti, che, come tutti noi, con il suo grande cuore di
madre, ha pubblicato su Facebook il suo messaggio di cordoglio alla famiglia e
la sua libera opinione a difesa dei bambini italiani, distruggendo
inesorabilmente il ministro della sanità più incompetente che si sia mai visto
nella storia della Repubblica italiana nonché autore di un decreto folle e
vergognoso sponsorizzato GlaxoSmithKline :

https://videopress.com/v/lLmBkXnX
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
ilChierico
2017-06-25 16:00:18 UTC
Permalink
Raw Message
In particolare, rileva la Corte di Giustizia UE �la prossimit� temporale tra la
somministrazione del vaccino e l�insorgenza di una malattia, l�assenza di
precedenti medici personali e familiari della persona vaccinata e l�esistenza di
un numero significativo di casi registrati di comparsa di tale malattia a
seguito di simili somministrazioni possono eventualmente costituire indizi
sufficienti a formare una simile prova�.
Da domani quindi i virologi italiani siederanno in tribunale con
l'autorizzazione de' superiori? X-D

Loading...