Discussione:
gran parte dei chemioterapici non servono a niente
Aggiungi Risposta
Jinx
2017-10-05 11:07:27 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
uno studio retrospettivo sull'efficacia dei chemioterapici approvati dalla European Medicines Agency (EMA) tra il 2009 e il 2013, dimostra che la metà dei chemioterapici usati nella cura del cancro sono inefficaci
http://www.bmj.com/content/359/bmj.j4530
LoStaff .
2017-10-05 18:04:22 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Jinx
uno studio retrospettivo sull'efficacia dei chemioterapici approvati dalla European Medicines Agency
(EMA) tra il 2009 e il 2013, dimostra che la metà dei chemioterapici usati nella cura del cancro sono inefficaci
http://www.bmj.com/content/359/bmj.j4530
Quoto e aggiungo che Il complessivo contributo curativo e adiuvante citotossica
della chemioterapia per 5 anni di sopravvivenza negli adulti è stato stimato a
2,3% in Australia e del 2,1% negli Stati Uniti.

FONTE : https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849

Inoltre sembra che induca tumori secondari nel tempo :

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3677971/
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Leonardo Serni
2017-10-05 18:24:23 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by Jinx
uno studio retrospettivo sull'efficacia dei chemioterapici approvati dalla European Medicines Agency
(EMA) tra il 2009 e il 2013, dimostra che la metà dei chemioterapici usati nella cura del cancro sono inefficaci
http://www.bmj.com/content/359/bmj.j4530
Quoto e aggiungo che Il complessivo contributo curativo e adiuvante citotossica
della chemioterapia per 5 anni di sopravvivenza negli adulti è stato stimato a
2,3% in Australia e del 2,1% negli Stati Uniti.
FONTE : https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849
In effetti, il 2.1% è davvero poco.

Molto meglio non avere neanche quello, non c'è dubbio.
Post by LoStaff .
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3677971/
Quale parte di quel paper parla di tumori secondari? Forse hai incollato il
link sbagliato? Lì si parla di resistenza acquisita alla terapia.

Certo, uno può non curarsi e morire subito, e così di sicuro la terapia non
perderà di efficacia; però a quel punto non è che importi più.

Leonardo
--
Ya se escucha sonar la metralla, ya el clarín toca fuego graneado:
ahora o nunca, muchachos arriba a acabar a estos hijos del diablo.
LoStaff .
2017-10-05 18:48:37 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Quale parte di quel paper parla di tumori secondari? Forse hai incollato il
link sbagliato? Lì si parla di resistenza acquisita alla terapia.
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo Gretel stava
benissimo e dopo aver fatto 6 cicli di chemio per il suo cancro al seno le
predissi piu'volte che non sarebbe durata piu'di 15 anni.

La chemio e'estremamente cancerogena!

Non per niente in un documento, dal titolo “Le indicazioni per la tutela
dell’operatore sanitario per il rischio di esposizione ad antiblastici”, ricorda
che i “chemioterapici antiblastici sono stati riconosciuti dalla Comunità
Scientifica come sostanze cancerogene o, probabilmente, cancerogene per l’uomo”.
Ad oggi, in riferimento al Decreto legislativo 81/2008, il rischio dei
chemioterapici antiblastici si deve considerare nell’ambito del Titolo IX Capo I
(Protezione da agenti chimici).
Il documento Ispesl indica le misure di sicurezza e i criteri procedurali da
adottare, in luogo delle precedenti indicazioni elaborate nel gennaio 2000, per
garantire un’efficace tutela della salute degli operatori che lavorano nelle
strutture sanitarie.

Tornando a Gretel e'dimostrato quanto io le avessi predetto, e'appena deceduta
per tumore secondario.

Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000 per cancro al
polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista della medicina alternativa,
mi mise un campanello d'allarme pero' un'infermiere (del reparto oncologia
medica) di 12 anni prima (dove mio padre venne operato di cancro in gola) che mi
confido : Vedrai tra 10-15 anni cosa accadra'.....
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
d***@alice.it
2017-10-05 20:27:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo Gretel stava
benissimo e dopo aver fatto 6 cicli di chemio per il suo cancro al seno le
predissi piu'volte che non sarebbe durata piu'di 15 anni.
SEI UN GRANDISSIMO BASTARDO.
Post by LoStaff .
Tornando a Gretel e'dimostrato quanto io le avessi predetto, e'appena deceduta
per tumore secondario.
NON TI FAI SCHIFO DA SOLO?
Post by LoStaff .
Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000 per cancro al
polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista della medicina alternativa,
mi mise un campanello d'allarme pero' un'infermiere (del reparto oncologia
medica) di 12 anni prima (dove mio padre venne operato di cancro in gola) che mi
confido : Vedrai tra 10-15 anni cosa accadra'.....
NON CI ARRIVI A CAPIRE CHE, SI FOSSE CURATO CON I TUOI METODI NATURALI DEL CA°°O, SAREBBE MORTO PRIMA?

VERGOGNATI.

DDV
Leonardo Serni
2017-10-05 21:03:38 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by Leonardo Serni
Quale parte di quel paper parla di tumori secondari? Forse hai incollato il
link sbagliato? Lì si parla di resistenza acquisita alla terapia.
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo Gretel stava
benissimo e dopo aver fatto 6 cicli di chemio per il suo cancro al seno le
predissi piu'volte che non sarebbe durata piu'di 15 anni.
La chemio e'estremamente cancerogena!
Guarda - ti voglio venire incontro. ALCUNE chemio sono cancerogene, sì.

Perché "chemio" letteralmente vuole dire soltanto "curarsi con sostanze
chimiche", che sia cisplatino, bicarbonato, od olio di serpente. Non ha
senso dire "la chemio". E' come dire "la morte". A quel punto uno dice,
"Si può evitare la morte bevendo acqua" - ed è vero perché sta parlando
della morte di sete - e un altro "Si può evitare la morte evitando ogni
contatto con l'acqua" - perché parla della morte per annegamento.

E quindi ALCUNE chemio sono cancerogene, perché sono basate su sostanze
che sbiellano la riproduzione cellulare. Le cellule tumorali che - come
regola - si riproducono di gran carriera ci muoiono, però anche qualche
cellula tecnicamente sana ma più di là che di qua potrebbe subire delle
alterazioni che la portano a diventare cancerosa.

Perché allora uno dovrebbe curarsi con una sostanza cancerogena?

Perché in QUEL caso non ci sono alternative. Se ce ne fossero, e magari
il medico non te le desse, quel medico sarebbe un assassino - pari pari
a Simoncini bello a mamma sua; che il malato sarebbe morto comunque non
rileva. E, sì, ci sono pure medici cialtroni e medici assassini, benché
siano eccezioni; così come nel campo dei ciarlatani naturobiopatici c'è
qualche persona per bene, e anche lì è l'eccezione.

La chemio cancerogena viene data ad un malato che ha le scelte:

a) Fare la chemio cancerogena, con una BUONA probabilità
di guarire per qualche anno, un CERTO rischio che sei
o sette o dieci anni dopo salti fuori un nuovo tumore
e la SICUREZZA di soffrire come una bestia durante la
terapia;

b) Seguire una terapia alternativa che non ha dimostrato
di ottenere NIENTE, con una probabilità su un milione
di avere una remissione spontanea (di cui la terapia,
ovviamente, si prenderà i meriti) e la quasi certezza
invece di morire di lì a breve.

"Aspettare" e simili sono sempre il caso B dove si segue la terapia del
"non fare niente", che è alternativa pure quella.

Poi, per ALCUNE terapie alternative, c'è anche la SICUREZZA di soffrire
come bestie ancora peggio che nel caso (a), perché - vedi p.e. la Nuova
Medicina Germanica di Stocazzo - la "terapia" prevede di rinunciare per
esempio al controllo del dolore.
Post by LoStaff .
Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000 per cancro al
polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista della medicina alternativa,
mi mise un campanello d'allarme pero' un'infermiere (del reparto oncologia
medica) di 12 anni prima (dove mio padre venne operato di cancro in gola) che mi
confido : Vedrai tra 10-15 anni cosa accadra'.....
Al di là della scarsa professionalità dell'infermiere, la terapia molto
spesso non ti "guarisce", si limita a farti ottenere X anni di vita.

Cosa vuoi fare... ci sputi sopra?

Io per dire ho spesso "riparato" ventole che stridevano aprendo il vano
dello spindle e riempiendolo di WD-40. Funziona benissimo, per sei mesi
o anche un anno. Poi la ventola si brucia definitivamente. Potrei anche
io dire, dopo una "riparazione" che sembra miracolosa e una ventola che
sembra nuova di zecca da come fruscia felice, "vedrai fra sei-otto mesi
cosa accadrà". L'alternativa quale sarebbe?

Fermo restando che è sempre un compromesso: c'è anche chi pensa che non
valga la pena di farsi devastare da una chemio importante per ottenere,
e solo "forse", quelli che gli paiono troppo pochi anni.

Però c'è chi è disposto alla qualunque, pur di strappare quel misero 2%
di probabilità di campare in più. E tu chi sei, per dire di no?

Leonardo
--
Ya se escucha sonar la metralla, ya el clarín toca fuego graneado:
ahora o nunca, muchachos arriba a acabar a estos hijos del diablo.
Lella Pistis
2017-10-12 05:48:54 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Ciao Leonardo, benritrovato! :-)
Mancavo da tanti anni, mi hanno detto che c'è lo scemo di turno che sta insultando Gretel. Mi sfugge chi sia il cialtrone del giorno, puoi illuminarmi?
Benedetta
2017-10-12 06:46:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Lella Pistis
Ciao Leonardo, benritrovato! :-)
Mancavo da tanti anni, mi hanno detto che c'è lo scemo di turno che sta insultando Gretel. Mi sfugge chi sia il cialtrone del giorno, puoi illuminarmi?
E' l'elettricista. Spero sia più bravo con gli impianti elettrici perché in quanto a medicina siamo sotto zero.
Vedi qui chi è l'elettricista (postato dal Dr. Burioni):
https://groups.google.com/forum/#!topic/it.discussioni.misteri/3zR6CFFiOII
E' incredibile l'abiezione di questo tipo che ha scritto su vari altri gruppi definendo Gretel sua amica, non era sua amica, non lo è mai stata, non aveva la benché minima stima di questo arraffone.

Benedetta
daylight
2017-10-12 07:57:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Benedetta
E' incredibile l'abiezione di questo tipo che ha scritto su vari altri
gruppi definendo Gretel sua amica, non era sua amica, non lo è mai stata,
non aveva la benché minima stima di questo arraffone.
Amicizia? Con lei ha avuto comportamenti al limite dello stalking,
importunandola su tutti i newsgroup che frequentava e minacciandola
velatamente più volte. Con quest’ultimo messaggio non ha fatto altro che
confermare quello che tutti pensano di lui.
d***@alice.it
2017-10-12 11:38:35 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by daylight
Post by Benedetta
E' incredibile l'abiezione di questo tipo che ha scritto su vari altri
gruppi definendo Gretel sua amica, non era sua amica, non lo è mai stata,
non aveva la benché minima stima di questo arraffone.
Amicizia? Con lei ha avuto comportamenti al limite dello stalking,
importunandola su tutti i newsgroup che frequentava e minacciandola
velatamente più volte. Con quest’ultimo messaggio non ha fatto altro che
confermare quello che tutti pensano di lui.
Che è un grandissimo bastardo.

DDV
Renaissance
2017-10-12 13:27:59 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by d***@alice.it
Post by daylight
Con quest’ultimo messaggio non ha fatto altro che
confermare quello che tutti pensano di lui.
Che è un grandissimo bastardo.
E non lo si può neanche mandare aff...ulo, perchè gli piacerebbe pure.

bye G.L.
--
Da i.d.c.tutela:
P.S. Quando ci sarà lo switch-off, avrò problemi anche col
monitor del PC? Ho visto che è collegato in modalità analogica.
Leonardo Serni
2017-10-13 18:31:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Lella Pistis
Ciao Leonardo, benritrovato! :-)
Mancavo da tanti anni, mi hanno detto che c'è lo scemo di turno che sta insultando Gretel. Mi sfugge chi sia il cialtrone del giorno, puoi illuminarmi?
Mi prostro ai tuoi piedi: mi ricordo di Pistis Sophia, ma Pistis Lella in
qualche modo non è più in memoria :-D

Il Nostro è uno che dice - non so se trollando, tutto po' esse' - di fare
lo strapuntino dell'ex dr. Simoncini Tullio, quello che non solo curava i
tumori a bicarbonato ma s'è fatto sgamare perfino da Striscia la Notizia.

Ogni tanto tira fuori qualcosa con cui non sono d'accordo ed io esprimo i
miei dubbi ex art. 21 Cost. It. :-D

Leonardo
--
Ya se escucha sonar la metralla, ya el clarín toca fuego graneado:
ahora o nunca, muchachos arriba a acabar a estos hijos del diablo.
daylight
2017-10-11 13:59:31 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo
Dirti che sei un avvoltoio o uno sciacallo servirebbe soltanto ad umiliare
la dignità di questi utilissimi animali, ti dirò soltanto che prima di
nominare Gretel forse è il caso che ti sciacqui la bocca. La soda caustica
dovrebbe andare bene.

Fossi in te eviterei anche di esagerare con gli apprezzamenti, si da il
caso che il marito, che già una volta ti ha spennacchiato come meriti,
sappia tutto di te e, ti assicuro, non ha dimenticato. Vuoi veramente fare
qualcosa di utile per il mondo?

Vaporizzati.
k***@gmail.com
2017-10-11 21:58:57 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo Gretel stava
benissimo e dopo aver fatto 6 cicli di chemio per il suo cancro al seno le
predissi piu'volte che non sarebbe durata piu'di 15 anni.
La chemio e'estremamente cancerogena!
Non per niente in un documento, dal titolo “Le indicazioni per la tutela
dell’operatore sanitario per il rischio di esposizione ad antiblastici”, ricorda
che i “chemioterapici antiblastici sono stati riconosciuti dalla Comunità
Scientifica come sostanze cancerogene o, probabilmente, cancerogene per l’uomo”.
Ad oggi, in riferimento al Decreto legislativo 81/2008, il rischio dei
chemioterapici antiblastici si deve considerare nell’ambito del Titolo IX Capo I
(Protezione da agenti chimici).
Il documento Ispesl indica le misure di sicurezza e i criteri procedurali da
adottare, in luogo delle precedenti indicazioni elaborate nel gennaio 2000, per
garantire un’efficace tutela della salute degli operatori che lavorano nelle
strutture sanitarie.
Tornando a Gretel e'dimostrato quanto io le avessi predetto, e'appena deceduta
per tumore secondario.
Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000 per cancro al
polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista della medicina alternativa,
mi mise un campanello d'allarme pero' un'infermiere (del reparto oncologia
medica) di 12 anni prima (dove mio padre venne operato di cancro in gola) che mi
confido : Vedrai tra 10-15 anni cosa accadra'.....
E questo messaggio aberrante va dritto dritto al marito di Gretel che leggo con piacere nutrire molta stima nei tuoi confronti. Sarà FELICISSIMO di avere di nuovo a che fare con te.

Detto questo, aggiungo che non so quantificare il grado di schifo dopo aver letto questo messaggio. Davvero, mi risulta molto difficile.
d***@gmail.com
2017-10-12 06:57:27 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Ma ti rendi conto delle cose che scrivi? Ma puoi speculare sulla morte di qualcuno? Che sia per ottenere consenso o soldi, poco importa. Blaterate della tanto libertà di cura, ma chi non si fa spennare da voi lo trattate come l’inquisizione trattava le streghe. Non ti auguro nulla, solo passati una mano per la coscienza e rifletti (se un cervello lo hai) prima di scrivere cagate pazzesche. Approfittare dello stato di fragilità mentale che la malattia porta per fare soldi, essere famosi, perseguire le voci che hai dentro alla testa...
una cura c’è per te e la tua setta di chiama psichiatria, pillole antipsicotiche e calmanti. Curati che il malato sei tu!
c***@gmail.com
2017-10-12 15:19:39 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by Leonardo Serni
Quale parte di quel paper parla di tumori secondari? Forse hai incollato il
link sbagliato? Lì si parla di resistenza acquisita alla terapia.
Ti svelero' una vicenda accaduta 8-10 anni fa, a quel tempo Gretel stava
benissimo e dopo aver fatto 6 cicli di chemio per il suo cancro al seno le
predissi piu'volte che non sarebbe durata piu'di 15 anni.
La chemio e'estremamente cancerogena!
Non per niente in un documento, dal titolo “Le indicazioni per la tutela
dell’operatore sanitario per il rischio di esposizione ad antiblastici”, ricorda
che i “chemioterapici antiblastici sono stati riconosciuti dalla Comunità
Scientifica come sostanze cancerogene o, probabilmente, cancerogene per l’uomo”.
Ad oggi, in riferimento al Decreto legislativo 81/2008, il rischio dei
chemioterapici antiblastici si deve considerare nell’ambito del Titolo IX Capo I
(Protezione da agenti chimici).
Il documento Ispesl indica le misure di sicurezza e i criteri procedurali da
adottare, in luogo delle precedenti indicazioni elaborate nel gennaio 2000, per
garantire un’efficace tutela della salute degli operatori che lavorano nelle
strutture sanitarie.
Tornando a Gretel e'dimostrato quanto io le avessi predetto, e'appena deceduta
per tumore secondario.
Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000 per cancro al
polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista della medicina alternativa,
mi mise un campanello d'allarme pero' un'infermiere (del reparto oncologia
medica) di 12 anni prima (dove mio padre venne operato di cancro in gola) che mi
confido : Vedrai tra 10-15 anni cosa accadra'.....
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
Ma quanto fai schifo, gran pezzo di merda? Vorrei chiamarti avvoltoio, ma continua a sembrarmi ben poco per te. Raramente ho trovato difficile trovare le parole per insultare qualcuno, ma complimenti: nessun insulto è capace di rendere l'idea di quello che penso di te. E nemmeno ti conosco!

È palese che Cinzia avesse una predisposizione di tipo genetico al cancro, che non c'entra nulla con i chemioterapici usati. E il fatto che i tuoi beceri auguri di morte si siano realizzati, non dimostra che tu abbia ragione, dimostra solo che sei un subumano.
Ti spiegherei pure cos'è il cancro, quali sono le sue caratteristiche, come funzionano i chemioterapici, cosa sono i chemioterapici, ma temo che sarebbe inutile, col mononeurone scassato che ti ritrovi.
Quindi mi limito a farti notare che sei così disgustoso il tuo cadavere farebbe schifo anche ai vermi. Ma dai vermi ti auguro presto di arrivarci, perché la vita ti ha già dato anche troppo: la vita stessa.
d***@alice.it
2017-10-13 06:18:17 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
È palese che Cinzia avesse una predisposizione di tipo genetico al cancro, >che non c'entra nulla con i chemioterapici usati. E il fatto che i tuoi >beceri auguri di morte si siano realizzati, non dimostra che tu abbia >ragione, dimostra solo che sei un subumano.
Nonostante Gretel non sia più tra di noi e alcuni la conoscessero personalmente, ti pregherei, per rispettare la sua privacy, di continuare a nominarla usando il suo nick e non il suo nome.

Grazie.

DDV
c***@gmail.com
2017-10-13 21:36:54 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by d***@alice.it
Nonostante Gretel non sia più tra di noi e alcuni la conoscessero personalmente, ti pregherei, per rispettare la sua privacy, di continuare a nominarla usando il suo nick e non il suo nome.
Grazie.
DDV
Hai presente quante persone esistono col nome Cinzia in Italia? Non è possibile ledere alla privacy di qualcuno usando solo ed esclusivamente il nome che, tra l'altro, non era nemmeno un segreto.
d***@alice.it
2017-10-14 08:19:53 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Nonostante Gretel non sia più tra di noi e alcuni la conoscessero >personalmente, ti pregherei, per rispettare la sua privacy, di continuare a >nominarla usando il suo nick e non il suo nome.
Hai presente quante persone esistono col nome Cinzia in Italia? Non è >possibile ledere alla privacy di qualcuno usando solo ed esclusivamente il >nome che, tra l'altro, non era nemmeno un segreto.
Allora sarà soltanto un problema mio, se la cosa mi fa star male veramente...

DDV

Renaissance
2017-10-13 07:46:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Tornando a Gretel e'dimostrato quanto io le avessi predetto, e'appena
deceduta per tumore secondario.
Da questo episodio mi e'tornato in mente mio padre, morto nel 2000
per cancro al polmone. A quei tempi non ero ancora un'integralista
della medicina alternativa, mi mise un campanello d'allarme pero'
un'infermiere (del reparto oncologia medica) di 12 anni prima (dove
mio padre venne operato di cancro in gola) che mi confido : Vedrai
tra 10-15 anni cosa accadra'.....
A parte che, come già detto, fai pena (per non dire che fai ribrezzo):

secondo te è meglio morire in un anno senza chemio, magari fra atroci
sofferenze, o guadagnare anni e anni di vita con la chemio?
Secondo: c'è chi gli viene solo allungata la vita, ma c'è anche chi
muore di vecchiaia o altri malanni scollegati dal tumore o dalla chemio.
Terzo: le tue/vostre "cure alternative" *accorciano* la vita.

Sei solo uno sciacallo che si approfitta delle sofferenze altrui per
fare soldi, questa è la tua misera vita.
Cit.:

"Per i loro imbrogli sono pieni di crudeltà e peggio di tutti gli altri,
ingannando non solo con le truffe economiche ma anche con l'irreparabile
frode della morte"

Sir Thomas Browne, 1646, in "Saltimbanchi, truffatori e ciarlatani"

bye G.L.
--
Da i.d.c.tutela:
P.S. Quando ci sarà lo switch-off, avrò problemi anche col
monitor del PC? Ho visto che è collegato in modalità analogica.
Loading...