Discussione:
Cancro e Vitamina-C
Aggiungi Risposta
Arne Saknussemm
2017-06-16 09:57:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di antibiotici
e vitamina C possa essere estremamente efficace contro il cancro (e no,
non hanno usato bicarbonato)

"Scientists have developed an unusual new way to fight cancer stem
cells (CSCs) - combining antibiotics with vitamin C. Not only could the
compound help treat tumours, it could also reduce the chance of the
cancer returning.

Therapies mixing doxycycline and vitamin C (ascorbic acid) were up to
100 times more effective at killing off CSCs in the lab when compared
with another anti-cancer agent being tested, 2-Deoxy-D-glucose.

The new study actually builds on previous work by the same team from
the University of Salford in the UK, which looked at how vitamin C
could be used to kill off CSCs by stopping cell mitochondria (the
cell's main engine rooms) from producing energy."

http://www.sciencealert.com/mixing-antibiotics-with-vitamin-c-could-kill-off-cancer-cells

lo studio è stato pubblicato su OncoTarget

"Vitamin C and Doxycycline: A synthetic lethal combination therapy
targeting metabolic flexibility in cancer stem cells (CSCs)"

http://www.impactjournals.com/oncotarget/index.php?journal=oncotarget&page=article&op=view&path%5B%5D=18428&path%5B%5D=59195

alla faccia dei ciarlatani.
marmellata23
2017-06-16 10:09:41 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 16 Jun 2017 11:57:02 +0200
Post by Arne Saknussemm
Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di antibiotici
e vitamina C possa essere estremamente efficace contro il cancro (e
no, non hanno usato bicarbonato)
Sono riusciti a fare schifo anche in questo caso:

http://www.maurizioblondet.it/solidarieta-al-dottor-paolo-rossaro-perseguitato/

Io sto vedendo cose che mi angosciano in questo paese.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
ilChierico
2017-06-16 11:46:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Arne Saknussemm
alla faccia dei ciarlatani.
I cambiamenti dell'eccentricita' dell'orbita terrestre riscontrata dagli
astronomi ed astrofisici internazionali sono dovuta al continuo agitarsi
della salma di Linus Pauling al leggere di questi post, questa volta :-D
massivan
2017-06-16 17:00:20 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"Arne Saknussemm" <***@spamgourmet.com> wrote in message news:***@eternal-september.org...

Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di antibiotici
e vitamina C possa essere estremamente efficace contro il cancro (e no,
non hanno usato bicarbonato)

"Scientists have developed an unusual new way to fight cancer stem
cells (CSCs) - combining antibiotics with vitamin C. Not only could the
compound help treat tumours, it could also reduce the chance of the
cancer returning.

Therapies mixing doxycycline and vitamin C (ascorbic acid) were up to
100 times more effective at killing off CSCs in the lab when compared
with another anti-cancer agent being tested, 2-Deoxy-D-glucose.

The new study actually builds on previous work by the same team from
the University of Salford in the UK, which looked at how vitamin C
could be used to kill off CSCs by stopping cell mitochondria (the
cell's main engine rooms) from producing energy."

http://www.sciencealert.com/mixing-antibiotics-with-vitamin-c-could-kill-off-cancer-cells

lo studio è stato pubblicato su OncoTarget

"Vitamin C and Doxycycline: A synthetic lethal combination therapy
targeting metabolic flexibility in cancer stem cells (CSCs)"

http://www.impactjournals.com/oncotarget/index.php?journal=oncotarget&page=article&op=view&path%5B%5D=18428&path%5B%5D=59195

alla faccia dei ciarlatani.


"massivan"

da:
http://www.carcinomaepatico.it/Finestra/nacci.pdf


Le sostanze anti-ossidanti sono essenziali per proteggere il corpo dalle
sostanze tossiche
presenti nel tessuto neoplastico.

Alcune di queste molecole anti-ossidanti sono di natura endogena, poiché
prodotte dai tessuti umani
(Superossido Dismutasi, Glutatione Perossidasi, Glutatione S-Transferasi,
Catalasi, Proteasi,
Glicolasi, Ceruloplasmina, Trasferrina, Ferritina, Perossisomi). Ma la
maggior parte di esse sono di
natura esogena e devono essere pertanto introdotte con un'alimentazione
adatta.
Il sistema più semplice per ottenere queste sostanze fito-chimiche naturali
è l'alimentazione (vedi
anche cap.3). Questa dovrebbe essere basata su 8-10 bicchieri al giorno di
centrifugati e/o frullati di
Verdure fresche da agricoltura biologica precedentemente ben lavate (almeno
quattro volte), Frutta
fresca, Ortaggi, Tuberi, ..; importante la scelta degli alimenti che dovrà
essere certificata come
prodotti ottenuti senza impiego di anti-parassitari e/o pesticidi, pur nei
limiti della effettiva qualità
del cibo, dato il comune inquinamento ambientale esistente in Europa.

La supplementazione di succhi concentrati di Frutta e Verdura migliora le
difese immunitarie, in
particolare, la cito-tiossicità dei Natural Killer può aumentare da 25 a 100
volte, con aumenti
significativi anche della Interleukina 2, Interleukina 6, e proliferazione
delle cellule T (630).
Ancora, la stessa supplementazione di succhi concentrati di Frutta e Verdura
riduce il danno
ossidativo al DNA dei linfociti periferici di circa il 66% (631).

Dai comuni carotenoidi contenuti nei cibi, il beta-Carotene ,
l'alfa-Carotene, il Licopene, la Luteina,
la Zeaxantina e la Cantaxantina hanno dimostrato potente azione
anti-ossidativa, immunomodulante
e la possibilità d'influenzare l'espressione genetica, migliorando i
rapporti di legame
giunzionale intercellulare (635)
http://www.mednat.org/alimentazione/Nacci_vitamine%2010.pdf
I carotenoidi Luteina e la Zeaxantina, principalmente contenuti nelle
Verdure a foglie verde scuro
(es.: Spinacio), risultano essere anch'essi efficaci.

Alti livelli di anti-ossidativi naturali quali carotenoidi, tocoferoli, e
acido ascorbico sono stati
studiati, per la verifica di eventuali cambiamenti in positivo nell'iter
patologico di gravi malattie
croniche come il Cancro. Gli studi pratici a lungo termine, hanno tuttavia
quasi sempre dimostrato
che singoli nutrienti come il beta-Carotene ottengono risultati
scoraggianti, poiché gli antiossidativi
risultando efficaci soltanto se combinati e assunti a largo spettro (almeno
30.000 principi
vitaminici, fattori co-enzimatici di varia natura). In tal senso, sono stati
misurati i rispettivi livelli di
carotenoidi e di tocoferolo nel plasma umano a seguito d'integrazione
alimentare con estratti
commerciali di Frutta e Verdura, quindi si è provveduto a stabilire
l'efficacia dell'integrazione nella
modifica dei processi ossidativi, effettuando la misurazione dei livelli dei
Perossidi lipidici presenti
nel siero ematico: 15 soggetti adulti sani hanno consumato questi estratti
commerciali 2 volte a
giorno, ai pasti, per 28 giorni; campioni di plasma e di siero furono
prelevati prima dell'inizio dello


Studio, al 7, 14 e 28 giorno.44

Cap. 9.a.: Retinoidi e carotenoidi :
Axeroftolo Palmitato, Beta Carotene e Acido Trans-Retinoico
Esiste un'ampia bibliografia sull'azione anti-tumorale della vitamina A (1,
3, 10, 13, 14, 17, 18, 23, 24, 28, 34, 35,
36, 45, 56, 59, 69, 73, 76, 94, 92, 93, 100, 106, 111, 120, 121, 129, 128,
131, 137, 138, 137, 138, 165, 187, 200, 202, 203, 208, 209, 212, 213, 214,
216, 218, 222, 235, 255, 256, 257, 263, 264, 265, 266, 280, 282 286, 287,
288, 298, 303, 304, 305, 307, 313, 315, 322, 324, 325, 326, 334, 338, 340,
341, 347, 348, 352, 354, 362, 363, 365, 382, 383, 385, 390, 398, 402, 404,
405, 409, 410, 420, 425, 426, 427, 445, 446, 447, 448, 454, 457, 461, 463,
468, 469, 470, 471, 473, 477, 478, 488, 493, 508, 512).

In particolare, l'utilizzo combinato dei Retinoidi nelle proporzioni adatte
(beta-carotene : retinolo =
4 : 1), determina un sinergismo che supera la somma dei singoli componenti.
Secondo l'autore del presente lavoro è comunque da privilegiare l'impiego di
succo di Daucus
carota (Carota) crude biologiche, piuttosto che dei prodotti farmaceutici
vitaminici sintetici a base
di vitamina A.

Azione antitumorale in via generale

La Vit. A ed i Retinoidi presentano un'azione anti-neoplastica, dimostrata
sia in vivo sia in vitro, in
diversi tumori: basaliomi, carcinomi squamosi, melanomi, linfoma cutaneo,
micosi fungoide,
leucemia acuta promielocitica, carcinoma ovarico, carcinoma mammario,
carcinoma polmonare,
carcinoma vescicale, carcinoma follicolare della tiroide.
Azione preventiva

L'azione anti-tumorale è stata ampiamente dimostrata indirettamente, cioè a
scopo preventivo.
Infatti svariati studi hanno evidenziato che bassi livelli plasmatici di
beta-carotene, vitamina C e
vitamina E sono correlati ad un aumento dell'incidenza del carcinoma
polmonare.
Azione diretta a livello recettoriale

Sembra implicato solamente il RAR (recettore dell'acido retinoico) beta.
Nello specifico, la vit.A (ed i suoi derivati) esplica la sua azione
legandosi a specifici recettori. In
tal modo può svolgere sia un'inibizione della sintesi proteica, del DNA e
del RNA, sia un'azione
anti-promozione al fine di determinare il ritorno ad una differenziazione
cellulare. Da rilevare
inoltre la capacità di inibire gli oncogeni.
Induzione di Apoptosi (vedi anche cap. 5.a)

Per Apoptosi s'intende l'attivazione di endonucleasi specifiche che
frammentano il DNA, agendo a
livello di siti nucleosomiali costituenti l'unità strutturale primaria della
cromatina nucleare della
cellula. La Vit. A ed i Retinoidi in generale, possono indurre l'Apoptosi
nella cellula neoplastica,
mediante l'attivazione di enzimi proteolitici intracellulari, denominati
caspasi 2 e caspasi 3, che
provocano degradazione per proteolisi di un fattore della trascrizione,
denominato Sp1.
Alterando questa trascrizione basale cellulare, si provoca la morte per
Apoptosi.
Nel carcinoma prostatico i Retinoidi intervengono riducendo i livelli del
gene bcl 2, deputato a
proteggere le cellule dalla morte per Apoptosi. I carotenoidi hanno cioè
dimostrato di indurre
apoptosi sul cancro della prostata (Ref. 1366
http://www.erbeofficinali.org/dati/nacci/studi/carotenoidi%20sono%20fattori%20attivi%20contro%20il%20cancro%20
della%20prostata.pdf
Inibizione del ciclo cellulare
I Retinoidi bloccano il passaggio della cellula dalla fase G1 alla fase S
(riducendo l'attività di una
proteina, denominata ciclina D1): passaggio che, se non ostacolato,
porterebbe la cellula alla mitosi.
44
Riduzione della fosforilazione
I Retinoidi intervengono nel cancro, determinando una riduzione della
fosforilazione della pRb
aumentandone quindi la sopravvivenza, tale proteina è attiva nel processo di
soppressione della
crescita cellulare.
Interazione sinergica con gli Interferoni
Un secondo meccanismo, oltre a quello proteico-enzimatico, è riconducibile
all'intervento degli
Interferoni che, come i Retinoidi, agiscono come fattori anti-proliferativi.
In pratica, agendo
sinergicamente, inducono l'espressione di proteine in grado di inibire la
proliferazione cellulare
neoplastica.
Assunzione di carotenodi naturali dalla Dieta
Vi è scarsa evidenza in merito che i Carotenoidi assunti con l'alimentazione
possano aumentare i
livelli di vitamina A: una porzione in più al giorno di verdure a foglie
verdi non è in grado
d'incrementare il livello ematico di vitamina A; viceversa, un'integrazione
alimentare con cibi
particolarmente ricchi di beta-Carotene determineranno incremento
significativo della vitamina A
presente nel sangue (627).
In individui sani, un consumo forzato di Carote (270 grammi), di Broccoli
(600 grammi) o di succo
di Pomodoro (180 grammi) non determina cambiamenti significativi dei livelli
ematici dei
carotenoidi: si riscontra soltanto una variazione estremanente varia (anche
di 3-4 volte)
nell'efficacia di assorbimento gastro-intestinale dei Carotenoidi e quindi
nella loro successiva biodisponibilità
a livello ematico (628)
Associazione della vitamina A con la vitamina E
In un modello sperimentale di membrana cellulare è stata indagata la
possibilità d'interazione
positiva tra anti-ossidanti liposolubili come ad esempio il beta-Carotene e
l'alfa-Tocoferolo;
nell'esperimento effettuato è stato dimostrato che esiste un'azione
sinergica fra beta-Carotene e alfa-
Tocoferolo associati nell'inibire i processi di perossidazione lipidica,
rispetto ai loro impieghi isolati
(629)
Valori ottimali di anti-ossidativi in individui normali
Vitamina C > 50 microMoli / Litro
Vitamina E : > 30 microMoli / Litro
Vitamina A: > 2,2 microMoli / Litro
Beta-Carotene: > 0,4 microMoli / Litro
Differenza fra vitamina sintetica e vitamina naturale
La differenza tra vitamina sintetica e quella naturale può essere ben
esemplificata dal caso
sperimentale del beta-Carotene sintetico (costituito completamente
dall'isomero trans-beta-
Carotene), e dal beta-Carotene naturale (costituito sia dall'isomero
trans-beta-Carotene che
dall'isomero cis-beta-Carotene): lo studio dimostrò una forte
discriminazione fra i due isomeri, con
grave diminuzione (depauperazione) indotta a livello di Licopene presente
nelle LDL.
marmellata23
2017-06-16 18:29:59 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 16 Jun 2017 19:00:20 +0200
Post by massivan
La Vit. A ed i Retinoidi presentano un'azione anti-neoplastica,
dimostrata sia in vivo sia in vitro, in
diversi tumori: basaliomi, carcinomi squamosi, melanomi, linfoma
cutaneo, micosi fungoide,
leucemia acuta promielocitica, carcinoma ovarico, carcinoma mammario,
carcinoma polmonare,
carcinoma vescicale, carcinoma follicolare della tiroide.
Azione preventiva
L'azione anti-tumorale è stata ampiamente dimostrata indirettamente,
cioè a scopo preventivo.
Infatti svariati studi hanno evidenziato che bassi livelli plasmatici
di beta-carotene, vitamina C e
vitamina E sono correlati ad un aumento dell'incidenza del carcinoma
polmonare.
Azione diretta a livello recettoriale
Sembra implicato solamente il RAR (recettore dell'acido retinoico)
beta. Nello specifico, la vit.A (ed i suoi derivati) esplica la sua
azione legandosi a specifici recettori. In
tal modo può svolgere sia un'inibizione della sintesi proteica, del
DNA e del RNA, sia un'azione
anti-promozione al fine di determinare il ritorno ad una
differenziazione cellulare. Da rilevare
inoltre la capacità di inibire gli oncogeni.
Induzione di Apoptosi (vedi anche cap. 5.a)
Per Apoptosi s'intende l'attivazione di endonucleasi specifiche che
frammentano il DNA, agendo a
livello di siti nucleosomiali costituenti l'unità strutturale
primaria della cromatina nucleare della
cellula. La Vit. A ed i Retinoidi in generale, possono indurre
l'Apoptosi nella cellula neoplastica,
mediante l'attivazione di enzimi proteolitici intracellulari,
denominati caspasi 2 e caspasi 3, che
provocano degradazione per proteolisi di un fattore della
trascrizione, denominato Sp1.
Alterando questa trascrizione basale cellulare, si provoca la morte
per Apoptosi.
<cut>
Post by massivan
Assunzione di carotenodi naturali dalla Dieta
Vi è scarsa evidenza in merito che i Carotenoidi assunti con
l'alimentazione possano aumentare i
livelli di vitamina A: una porzione in più al giorno di verdure a
foglie verdi non è in grado
d'incrementare il livello ematico di vitamina A; viceversa,
un'integrazione alimentare con cibi
particolarmente ricchi di beta-Carotene determineranno incremento
significativo della vitamina A
presente nel sangue (627).
In individui sani, un consumo forzato di Carote (270 grammi), di
Broccoli (600 grammi) o di succo
di Pomodoro (180 grammi) non determina cambiamenti significativi dei
livelli ematici dei
carotenoidi: si riscontra soltanto una variazione estremanente varia
(anche di 3-4 volte)
nell'efficacia di assorbimento gastro-intestinale dei Carotenoidi e
quindi nella loro successiva biodisponibilità
a livello ematico (628)
Associazione della vitamina A con la vitamina E
In un modello sperimentale di membrana cellulare è stata indagata la
possibilità d'interazione
positiva tra anti-ossidanti liposolubili come ad esempio il
beta-Carotene e l'alfa-Tocoferolo;
nell'esperimento effettuato è stato dimostrato che esiste un'azione
sinergica fra beta-Carotene e alfa-
Tocoferolo associati nell'inibire i processi di perossidazione
lipidica, rispetto ai loro impieghi isolati
(629)
Valori ottimali di anti-ossidativi in individui normali
Vitamina C > 50 microMoli / Litro
Vitamina E : > 30 microMoli / Litro
Vitamina A: > 2,2 microMoli / Litro
Beta-Carotene: > 0,4 microMoli / Litro
Vitamina A, E, carote, broccoli e cavolfiori sono alla base della
terapia di prevenzione del carcinoma mammario prescritta a mia moglie
da un noto professore a livello nazionale. Mia moglie ha un rischio
ereditario e ha gia' aspirato cisti con vegetazioni.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Yersinia
2017-06-19 03:44:57 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
Vitamina A, E, carote, broccoli e cavolfiori sono alla base della
terapia di prevenzione del carcinoma mammario...
...e niente vitamina C? Chi glielo dice ad Arne?

Dici che se le venisse comunque un tumore (speriamo di no), il "noto
professore a livello nazionale" le suggerirebbe di continuare così?

Angelina Jolie è andata anche oltre. Avendo un rischio ereditario,
si è fatta asportare entrambi i seni ancora sanissimi.
Leonardo Serni
2017-06-16 17:14:21 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 16 Jun 2017 11:57:02 +0200, Arne Saknussemm
Post by Arne Saknussemm
Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di antibiotici
e vitamina C possa essere estremamente efficace contro il cancro (e no,
non hanno usato bicarbonato)
Hanno riscoperto il come mai in alcuni casi la terapia del Valsé Pantellini,
almeno limitatamente, sembrò funzionare.

(E non capendone il motivo, l'autore concluse "FUNZIONA SEMPRE!" - ma questo
è un meccanismo che si osserva in parecchie scoperte fuffare).

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Arne Saknussemm
2017-06-19 08:45:56 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
:: On Fri, 16 Jun 2017 19:14:21 +0200
:: (it.discussioni.misteri,it.salute,it.discussioni.consumatori.tutela)
Post by Leonardo Serni
On Fri, 16 Jun 2017 11:57:02 +0200, Arne Saknussemm
Post by Arne Saknussemm
Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di
antibiotici e vitamina C possa essere estremamente efficace contro
il cancro (e no, non hanno usato bicarbonato)
Hanno riscoperto il come mai in alcuni casi la terapia del Valsé
Pantellini, almeno limitatamente, sembrò funzionare.
Oddio, come parallelo è un tantino azzardato, visto che qui si parla di
vitamina C *ed* _antibiotici_

http://www.impactjournals.com/oncotarget/index.php?journal=oncotarget&page=article&op=view&path%5B%5D=18428&path%5B%5D=59195

cito:

=========================================================================
Here, we developed a new synthetic lethal strategy for further
optimizing the eradication of cancer stem cells (CSCs). Briefly, we
show that chronic treatment with the FDA-approved antibiotic
Doxycycline effectively reduces cellular respiration, by targeting
mitochondrial protein translation. The expression of four mitochondrial
DNA encoded proteins (MT-ND3, MT-CO2, MT-ATP6 and MT-ATP8) is
suppressed, by up to 35-fold. This high selection pressure
metabolically synchronizes the surviving cancer cell sub-population
towards a predominantly glycolytic phenotype, resulting in metabolic
inflexibility. We directly validated this Doxycycline-induced
glycolytic phenotype, by using metabolic flux analysis and label-free
unbiased proteomics.

Next, we identified two natural products (Vitamin C and Berberine) and
six clinically-approved drugs, for metabolically targeting the
Doxycycline-resistant CSC population (Atovaquone, Irinotecan,
Sorafenib, Niclosamide, Chloroquine, and Stiripentol). This new
combination strategy allows for the more efficacious eradication of
CSCs with Doxycycline, and provides a simple pragmatic solution to the
possible development of Doxycycline-resistance in cancer cells. In
summary, we propose the combined use of i) Doxycycline (Hit-1:
targeting mitochondria) and ii) Vitamin C (Hit-2: targeting
glycolysis), which represents a new synthetic-lethal metabolic strategy
for eradicating CSCs.

This type of metabolic Achilles’ heel will allow us and others to more
effectively “starve” the CSC population.
=========================================================================
Leonardo Serni
2017-06-19 12:33:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Mon, 19 Jun 2017 10:45:56 +0200, Arne Saknussemm
Post by Arne Saknussemm
Post by Leonardo Serni
Post by Arne Saknussemm
Una recente ricerca ha permesso di scoprire come un mix di
antibiotici e vitamina C possa essere estremamente efficace contro
il cancro (e no, non hanno usato bicarbonato)
Hanno riscoperto il come mai in alcuni casi la terapia del Valsé
Pantellini, almeno limitatamente, sembrò funzionare.
Oddio, come parallelo è un tantino azzardato, visto che qui si parla di
vitamina C *ed* _antibiotici_
http://www.impactjournals.com/oncotarget/index.php?journal=oncotarget&page=article&op=view&path%5B%5D=18428&path%5B%5D=59195
No; anch'io ho detto "alcuni" :-)

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Loading...